La neve rovina la festa del Cento Carnevale d’Europa

La neve rovina la festa del Cento Carnevale d'Europa La neve ha giocato un brutto scherzo e non … di Carnevale al Patron Manservisi e al Cento Carnevale d'Europa per la sua tanto attesa giornata di apertura.

31/gen/2010 23.51.53 Erika Cambi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

La neve ha giocato un brutto scherzo e non … di Carnevale al Patron Manservisi e al Cento Carnevale d’Europa per la sua tanto attesa giornata di apertura.
Nonostante i propositi del Patron Manservisi alla vigilia fossero stati quelli di “uscire coi carri anche sotto la neve!” e fossero stati per questo allertati i mezzi affinché le strade potessero essere praticabili permettendo il pieno svolgimento della manifestazione, la neve, che nelle prime ore della mattina ha sommerso in pochissimo tempo l’intera regione Emilia Romagna, con momenti di bufera vera e propria, ha vinto su Re Carnevale. Patron Manservisi in coordinamento con L’Amministrazione Comunale e le Forze dell’Ordine alle nove del mattino ha dato la comunicazione ufficiale dell’annullamento della giornata inaugurale, per l’impossibilità di mettere in moto la macchina organizzativa imponente degli allestimenti e chiusura città e gli uffici del Carnevale hanno, loro malgrado, dovuto “disfare” in sole poche ore il lavoro di preparazione ed impegno, di investimenti e fatica costato tanti mesi . I numerosi camperisti giunti a Cento per festeggiare l’apertura dell’edizione 2010 sono stati consolati per la “festa mancata” dalla generosità dei carristi, che li hanno aspettati ai capannoni per omaggiarli di peluche e regali. Una delegazione delle Società Carnevalesche Risveglio e Riscatto è giunta poi verso le 12 in piazza Guercino  con un pianale scortato dalle forze dell’ordine e da Patron Manservisi per esibirsi in un po’ di gettito consolatorio per i gruppi e camperisti presenti in piazza. Una piazza ieri quella di Cento, trasformata in parco giochi sulla neve, dove i bambini si sono divertiti a fare palle e pupazzi di neve, ignari della grandiosa festa che per causa di forza maggiore non si è svolta e che ha spento i sorrisi di migliaia di persone che hanno lavorato un anno intero in attesa di questa giornata inaugurale. Ma “domani è un altro giorno” e Organizzazione e carristi stanno già pensando a domenica 7 febbraio, confidando che questa volta il tempo non giochi brutti scherzi!

Cento 31 gennaio 2010

Erika Cambi

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl