CLAUDIO BOTTELLO CONTEMPORARY presenta IXONE SADABA per THE OTHERS

25/ott/2011 17.52.42 Paola Varallo Press Agency Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

CLAUDIO BOTTELLO CONTEMPORARY presenta IXONE SADABA per THE OTHERS

Per The Others la galleria Claudio Bottello Contemporary presenta per la prima volta in Italia il lavoro della giovane artista spagnola Ixone Sadaba, esposto di recente al museo Guggenheim di Bilbao e già vincitore del premio inglese Sovereign Art Foundation Prize, conferitole da Peter Blake, Tip Arlow (White Cube) e Philly Adams (Saatchi Gallery).

In termini generali, la ricerca dell’artista di origine basca si rivolge da un lato all'analisi degli aspetti formali legati alla pratica fotografica, indagando le differenti dimensioni e possibilità dello sguardo insieme alle regole che definiscono ed istituiscono l'immagine; dall'altro, i lavori esplorano le assiologie profonde che muovono la natura umana, le intersezioni tra i conflitti individuali e sociali, l'opposizione tra maschile e femminile, tra realtà e rappresentazione, individuando nella violenza il primo motore, la“causa senza cause”, delle azioni umane.

Nello spazio della fiera saranno esposte alcune fotografie tratte da due serie di opere di Ixone Sadaba: Citeron e Poétique de la desaparition. La prima porta il nome del monte sul quale il mito vuole che Edipo venisse abbandonato dal padre Laio per scongiurare la profezia dell'oracolo di Delfi. L'artista costruisce però la sua riflessione al di là degli usi che la psicanalisi, la storia dell'arte o, più semplicemente, l'immaginario collettivo hanno fatto del mito di Edipo, trasformando il riferimento al luogo nel palcoscenico della rappresentazione, uno spazio limbico enunciatore della pre - tragedia, della possibilità o inevitabilità di un'azione, il campo espressivo che ospita la sciagura latente.

La seconda serie, Poétique de la desaparition, pone invece una considerazione diretta al corpo femminile, alla sua relazione con il mondo: “torturato, represso, violato e manipolato in ogni luogo di questo violento pianeta, il corpo muta, irrevocabilmente, da mero oggetto in eterno portatore di discorso” (Jean Luc Nancy).

Ixone Sadaba è nata a Bilbao (Spagna) nel 1977. Ha studiato arte presso l'Università dei Paesi Baschi, ha ottenuto un master in Arts Direction all'Università Antonio de Nebrija a Madrid e il One-Year Certificate presso l'International Center of Photography di New York. Ha vinto il Generacion Prize per la fotografia nel 2011. Tra le principali mostre personali: nel 2010 alla Galleria Witzenhausen di New York, nel 2009 al Marzana Cultural Projects di Bilbao, nel 2007 all'ATM Contemporary di Gijon e nel 2006 al National Museum Reina Sofia di Madrid. Tra le collettive: Dark and Wild, Casa Encendida, Madrid, Spain, 2010; The aert of caring, Museum of Contemporary Art, New Orleans, U.S.A., 2008; Chacun à son gout, Guggenheim Museum, Bilbao, Spain, 2006. Vive e lavora tra Bilbao e New York

Inaugurazione THE OTHERS: giovedì 3 novembre 2011, ore 21 Esposizione: dal 4 al 6 novembre 2011 dalle ore 18 all’1 THE OTHERS: via Paolo Borsellino, 3 Torino - 1°piano/B15

PAOLA VARALLO PRESS AGENCY paolavarallo@gmail.com 3470883394

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl