Grande collaborazione tra il centro estetico Artestetica e le mostre di Spoleto Incontra Venezia a cura di Vittorio Sgarbi e organizzata da Salvo Nugnes

09/ott/2014 15.26.15 UffStampaMilano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

In occasione della prestigiosa mostra "Spoleto incontra Venezia" che si terrà fino al 24 Ottobre 2014, con la curatela di Vittorio Sgarbi e la direzione del manager Salvo Nugnes, si è creata una positiva collaborazione con il centro estetico Artestetica, partner dell’esposizione. 

La mostra è stata inaugurata Sabato 27 Settembre 2014, nella meravigliosa città lagunare. Due gli splendidi edifici storici che ospitano il nuovo osservatorio sull'arte contemporanea: Palazzo Falier affacciato sul Canal Grande (San Marco 2906) e Palazzo Rota-Ivancich, a pochi passi da Piazza San Marco (Castello 4421). In entrambe le esclusive location, ospiti di fama internazionale: da Katia Ricciarelli a Cristiano De André, da Silvana Giacobini a Francesco Alberoni, da Alessandro Meluzzi a Ringo, nonché importanti personalità istituzionali. 

Artestetica è un centro dedicato al benessere in grado di offrire trattamenti professionali personalizzati per la bellezza del corpo e il relax della mente. La titolare Roberta Taschin e il suo staff si prendono cura dei clienti e della loro bellezza. Il centro offre servizi per viso e corpo completo, tra cui dibi base perfection trattamento manuale, un trattamento esfoliante che riattiva le strutture cutanee rendendo la pelle più recettiva e vitale e dibi sensitive skin con dibiskin power, trattamento lenitivo e disarrossante in grado di alzare la soglia di reattività cutanea. 

 

Il centro estetico, con sede a Onè Di Fonte, nella provincia di Treviso, in via Castellana, 9/5, si avvale inoltre di apparecchiature all’avanguardia come della Mdb Analizer. La diagnostica è l’innovazione tecnologica per la valutazione degli inestetismi corporei sicura, affidabile scientifica. Il macchinario combina due tecnologie di origine medicale: ultrasuono e impedenzometro. Consente una valutazione scientifica e oggettiva degli inestetismi corporei e permette di identificare il protocollo più efficace e personalizzato di trattamenti. 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl