Ambasciatori di pace. Gli Sbandieratori dei Rioni di Cori hanno aperto a Roma la 25^ edizione dell’Harvard World Model United

Gli Sbandieratori dei Rioni di Cori hanno aperto a Roma la 25^ edizione dell'Harvard World Model United.

Persone Nicola Zingaretti, Eugenio Gaudio, Matteo Renzi, Vittorio Alfieri, Francesco
Luoghi Roma, Lazio, Vaticano, Cori, La Grande
Organizzazioni Metaenergia, Università La Sapienza, ONU, Coldiretti, SIAE, Finmeccanica, Harvard
Argomenti università, istituzioni, politica, diplomazia

15/mar/2016 13.17.27 comune di cori Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Altro prestigioso appuntamento per gli Sbandieratori dei Rioni di Cori nell’anno del 50° anniversario della loro fondazione. Lunedì 14 Marzo gli Alfieri in costume rinascimentale hanno esibito la nobile arte del maneggiar l’insegna al Palazzo dei Congressi di Roma, dove è stata inaugurata la 25^ edizione dell’Harvard World Model United. Erano presenti numerose autorità, tra cui il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Rettore della Sapienza Eugenio Gaudio e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.

Il WORLDMUN è la più importante simulazione internazionale ONU che si tiene ogni anno in un Paese diverso. Un grande evento didattico, culturale e sociale, unico nel suo genere e di elevatissimo spessore, organizzato da Harvard University in collaborazione con United Network e con il sostegno di Regione Lazio, Metaenergia, Finmeccanica, Siae, Università degli Studi di Roma La Sapienza, Coldiretti. Fino al 18 Marzo vi partecipano 3000 studenti selezionati dalle migliori università di tutto il mondo.

Costoro saranno chiamati a confrontarsi per ridisegnare le future istituzioni globali, in un momento cruciale, caratterizzato da grandi mutamenti negli equilibri mondiali. Verranno simulati i lavori di 20 tra Commissioni delle Nazioni Unite, organizzazioni internazionali ed enti governativi, trattando i più importanti temi dell’attualità: scenari di guerra, crisi economiche, cambiamenti climatici, emergenze sanitarie e molto altro ancora. 

Durante le conferenze quotidiane, questi delegati di oltre 110 nazionalità assumeranno il ruolo di Ambasciatori e terranno discorsi pubblici, prepareranno draft resolutions, negozieranno con gli stakeholders e risolveranno conflitti attraverso l’utilizzo delle regole di procedura delle Nazioni Unite. La lingua ufficiale è l’inglese. La settimana sarà densa di incontri speciali, come quello con Papa Francesco, che giovedì 17 Marzo riceverà i giovani in Vaticano.

 

Poi sfileranno da San Pietro al Colosseo con la propria bandiera, a testimoniare la volontà di essere uniti e collaborare per un futuro di pace. I più meritevoli verranno premiati nella cerimonia conclusiva all’Auditorium della Conciliazione. Gli altri momenti significativi: il Global Village, grande festa di cibo, bevande, musica e tradizioni; il Cabaret, dedicato ai costumi e alle danze di ciascuna delegazione; il Committee Dinner al Mercato di Coldiretti e il party La Grande Bellezza al MAXXI – Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl