MOSTRA Katrin ALVAREZ- RACCONTI ONIRICI-GALLERIA TONDINELLI-ROMA

29/apr/2010 12.27.15 Galleria Tondinelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

KATRIN ALVAREZ

Racconti onirici
 
a cura di Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli
 
inaugurazione giovedì 6 maggio 2010 ore 18.30 e fino alle 21.00
 

COMUNICATO STAMPA

 

Mostra personale di

Katrin Alvarez

Racconti onirici

 

a cura di

Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli

 

Inaugurazione: giovedì 6 maggio 2010 ore 18.30 e fino alle 21.00

Sede: Galleria Tondinelli

Indirizzo: Via Quattro Fontane, 128/a - 00184 Roma

Tel: 06 4744300 www.galleriatondinelli.it  E-mail: info@galleriatondinelli.it

Durata: 6-26 maggio 2010

Organizzazione e ufficio stampa: Galleria Tondinelli Tel 06 4744300-Cell. 339 2314606

Orario: dal lunedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00

 

La Galleria Tondinelli presenta dal 6 al 26 maggio 2010 la mostra personale di Katrin Alvarez  Racconti onirici a cura di Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli.

La mostra vedrà esposte per la prima volta a Roma circa 20 tele dell’artista tedesca operante a Colonia. Nella pittura di Katrin Alvarez è ben rappresento il dialogo continuo fra uomo e ambiente, fra bellezza e natura, in cui trovano spazio i temi preferiti dall'artista - il Viaggio,  il Pensiero, il Tempo, il Gioco. L’artista predilige per i suoi soggetti forme pure, volumi levigati, colori rarefatti, contraddistinti da toni pastello; sfumature delicate. La luce diffusa che invade le sue opere conferisce un tono vibrante ad un’atmosfera pacata e silenziosa, pervade la scena di un senso profondo di irrealtà e di mistero.

Alvarez recupera, interiorizza e valorizza la ricerca surrealista magrittiana di un pensiero in immagini, verso il mistero dell’esistenza, così da mettere in discussione il contingente del mondo reale, le sue illusioni-disillusioni. L’equilibrio formale e la profondità concettuale danno il senso di una pittura colta e inquietante nella sua soffusa e morbida visionarietà.

I paesaggi, i volumi definiti da prospettive minime, sono allusioni sottili, stati di solitudini densi di parole non dette, di significati che alludono a racconti che si collocano in altre dimensioni.

La trasformazione del pensiero in forma percorrendo un viaggio nella fantasia dell’autrice che riesce attraverso le sue evocazioni a trasportare lo spettatore donando una visione più ampia di un mondo parallelo.

 

 

Tra le ultime mostre:

Klinik links vom Rein, Koln; Galeie 67 Bern (Schweiz); Die Kleine Weltlaterne, Berlin;

Period Gallery, Lincoln (USA); Painting on the Edge, Vancouver, Canada; Agora Gallery,

New York (USA); Ico Gallery, New York, (USA); Hanse Art, Bremen, Bremen; George Segal Gallery, New Jersey, (USA); Southern Nevada Museum of Fine Art, Las Vegas, (USA)

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl