ego/comunicato stampa

27/mag/2010 13.32.43 RossoCinabro Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

EGO


Una mostra sull'identità e il rapporto tra l'artista e il mondo che lo circonda
24-30 maggio  2010 Galleria di Roma Via Raffaele Cadorna, 28
apertura straordinaria serale del sabato e domenica con incontri fino alle ore 23

 

 

La cosa più fastidiosa e pericolosa è oggi avere un’identità immutabile, perché c’è il rischio che diventi obsoleta. Questo rischio diventato madre delle paure postmoderne è, l’inadeguatezza. In quest’epoca postmoderna il fenomeno dell’identità è molto ambiguo, segue percorsi molto frammentari  in continuo divenire, non è data una volta per sempre  ma è in continua trasformazione. L’identità  ci si rive­la unicamente come qualcosa che va inventato piut­tosto che scoperto; come il traguardo di uno sforzo, un obiettivo, qualcosa per cui è necessario lottare e che va poi pro­tetto attraverso altre lotte ancora. Ma la fragilità e lo status di pe­renne provvisorietà dell'identità non possono più es­sere celati.   

Dare forma ad un proprio pensiero per un artista significa scoprire il significato della propria vita. Il pensiero  si trasforma come la semplice espressione di un’autobiografia. Sentire la propria personalità come un enigma o come uno strumento di rivelazione può  aiutare ad elevarsi e oltrepassare se stessi. Ciò che colpisce nella mostra romana  è accorgersi che gli artisti di oggi non si limitano più all'autoritratto, alla presentazione di immagini singole di sé stessi, ma hanno bisogno di tematizzare tutto il processo della loro ricerca o definizione identitaria.  Esprimono, quindi,  attraverso differenti linguaggi le mappature dell’essere, le stratificazioni della coscienza, le architetture dell’ego. I loro lavori diventano pieghe corporee e luminosità che mettono in luce l'ingannevole gioco delle apparenze. La ricerca dell’identità come sradicamento, uscire dal mazzo, essere diversi e in quanto tali unici.

In questi giorni della 3° Edizione della The Road to Contemporary Art romana  le più prestigiose gallerie nazionali ed internazionali riscopriranno il piacere di progettare un’esposizione unica in edifici di alto valore storico e architettonico; artisti internazionali già stanno arrivando in città per sperimentare le infinite suggestioni che Roma offre loro per preparare progetti unici e site specifici; i collezionisti, provenienti da ogni parte del mondo, saranno invitati e ospitati nei giorni della fiera; gli ospiti avranno accesso ad un ricco programma culturale.

Espongono: Annamaria Biagini, Giovanna Corsale, Claudia Emanuela Coppola, Miriam De Berardis, Nicola Giampietro, Cristina Madini, Greco Mana, Dina Moscato, Umberto Salmeri, Mario Tonino

A cura di Cristina Madini

Dal 24 al 30 maggio 2010

 

RossoCinabro

Via Raffaele Cadorna 28

00187 Roma

tel: 06-60658125

www.rossocinabro.com

 

aperto da lunedì a venerdì 12-19

sabato e domenica dalle 19 in poi

 

ingresso libero

 

Come raggiungerci

Metro A e B (Termini)

Autobus:

Fermata Via Piave 38, 86, 92, 217, 360, M

Fermata Via XX Settembre 16, 30, 36, 60, 

61, 62, 84, 90, 492

Fermata Piazza Fiume 120, 490, 491, 495


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl