triestèfotografia: Pets Housing di Massimo Premuda > Spazio Juliet > 15sett-21ott

triestèfotografia: Pets Housing di Massimo Premuda Spazio Juliet 15sett-21ott triestèfotografia VI edizione Spazio Juliet > Trieste 15 settembre > 21 ottobre 2010 Massimo Premuda "Pets Housing" a cura di Caterina Skerl Nell'ambito della 6° edizione del festival internazionale triestèfotografia organizzato dall'Associazione Culturale Juliet, l'artista triestino Massimo Premuda presenta la sua più recente ricerca fotografica e prosegue le sue bizzarre e futuribili ipotesi di edilizia popolare per piccoli roditori domestici nella direzione di un'architettura animale, sempre più attuale e discussa.

09/giu/2010 15.01.07 Massimo Premuda Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
triestèfotografia VI edizione
Spazio Juliet > Trieste
15 settembre > 21 ottobre 2010

Massimo Premuda
"Pets Housing"
a cura di Caterina Skerl

Nell'ambito della 6° edizione del festival internazionale
triestèfotografia organizzato dall'Associazione Culturale Juliet,
l'artista triestino Massimo Premuda presenta la sua più recente
ricerca fotografica e prosegue le sue bizzarre e futuribili ipotesi di
edilizia popolare per piccoli roditori domestici nella direzione di
un'architettura animale, sempre più attuale e discussa. Moduli
abitativi in forma di microinstallazioni in cui vivono pets, e che
ricordano le strutture a blocchi dell'urbanizzazione cittadina,
vengono presentati come pezzi di design animale pronti ad ospitare le
situazioni ed i gesti della quotidianità di questi animaletti, azioni
che riecheggiano immediatamente situazioni comuni alla vita umana di
tutti i giorni.
"Pets Housing", curata da Caterina Skerl, prende spunto da queste
suggestioni e crea un insolito immaginario popolato di costruzioni che
evocano enormi pezzi di Emmental svizzero, raffinato design dai colori
esplosivi e rimandi alla tradizione delle piccionaie per il ricovero
degli uccelli, costituite classicamente da casette comunicanti con
l'esterno per mezzo di piccoli fori. In mostra anche TOPAIA_Rat's
Hotel di Premuda, versione roditrice della colombaia, che richiama
l'idea del buco, luogo in cui si annidano i topi, ma anche quella del
tugurio, della casa malandata e miserabile.
Le osservazioni visive registrate dall'artista con ingrandimenti
fotografici, appunti video e microinstallazioni non intendono offrire
risposte o soluzioni per la vita quotidiana, ma esprimono
semplicemente la propria opinione su alcuni modelli di comportamento
della società e innescano curiose riflessioni sulla contemporaneità
inebriando l'osservatore con intriganti immagini nella prospettiva di
un'architettura spontanea pensata da animali architetti.

inaugurazione mercoledì 15 settembre 2010 ore 18.30

in collaborazione con Girardi Spumanti, Gruppo78, Plevnik-Kronkowska
galerija e Trieste Contemporanea
con l'adesione della Casa dell'Arte di Trieste

Trieste, Spazio Juliet, via Madonna del Mare 6, II piano
La mostra, ad ingresso libero, sarà visitabile fino al 21 ottobre ogni
martedì dalle 18 alle 20, o su appuntamento telefonando al numero 040
313425

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl