Successo al Teatro Trastevere;anche Mario Scaccia al debutto de "Lo strano caso de il dott. Jekyll e il sig. Hyde"

22/set/2010 13.20.44 d-mood Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

 

Successo al Teatro Trastevere

 Anche Mario Scaccia al debutto de

"Lo strano caso del dott. Jekyll e del Sig. Hyde"

 

22/09/2010 – Si apre con successo la prima stagione del nuovo Teatro Trastevere di Roma, riportato in vita nel 2009 dall’omonima associazione culturale. Ieri sera ha debuttato “Lo strano caso del dott. Jekyll e del Signor Hyde” con Edoardo Sala e Massimo Di Vincenzo, per la regia di Andrea Teodori. In una ambientazione da Inghilterra vittoriana che invadeva parte della platea, una sala gremita di pubblico ha accolto con entusiasmo la performance del giovane e virtuoso gruppo di attori. In sala, anche il regista Mario Scaccia, ospite d’onore.

 

JEKYLL E HYDE: LA STORIA

Come tutti i classici, 'Lo strano caso del dottor Jekyll e del signor Hyde', scritto nel 1886 da Robert Louis Stevenson, e' di stupefacente attualità. Il tema della casualità, dell'ossessione per il divino e soprattutto della dipendenza che essa genera, porta il lettore, e in questo caso lo spettatore, a riflettere sulla reale presenza di una parte di noi che spesso non conosciamo e non possiamo tenere sotto controllo.

''Sia sul piano scientifico che su quello morale, venni dunque gradualmente avvicinandomi a quella verita', la cui parziale scoperta m'ha poi condotto a un così tremendo naufragio: l'uomo non e' veracemente uno, ma veracemente due'', e' la conclusione a cui il dottorJekyll giunge durante i suoi studi sulla psiche umana e le riflessioni morali sulla propria condotta.

E' proprio lo spietato conflitto tra istinto e ragione, tra l'esigenza della virtu' e le pulsioni piu' oscure e ribelli che abitano il cuore umano che domina il romanzo. E se il testo risulta quanto mai attuale lo e' anche la messa in scena che, come spiega il regista Andrea Teodori, segue una linea piu' cinematografica che teatrale: i vari ambienti vivono contemporaneamente e le azioni si intrecciano tra loro come un susseguirsi di inquadrature.

Il cast giovane, Diego Migeni, Sebastiano Gavasso, Andrea Teodori, Davis Tagliaferro, Giorgio di Donato, Eleonora Cucciarelli, e Giulia Gallone, accompagnato dalla grande esperienza di Edoardo Sala e dal carisma di Massimo Di Vincenzo, rende la vicenda, nonostante i costumi e l'ambientazione ottocentesca, molto vicina e reale. L'adattamento e' di Daniele Ariano, disegno e luci di Giovanna Bellini, scenografia di Giada Tosto, costumi di Laisylab, musiche di Marco Fieni e Filippo D'Ottavio, fotografo di scena Cristiano Minichiello, Artwork Luca Valerio D'Amico.

 

Al Teatro Trastevere fino al 26 Settembre.

Mart-Sab ore 21.00; Domenica ore 17.00

TEATRO TRASTEVERE

via Jacopa de’ Settesoli, 3 – 00153

tel.: 347 6364162  

Info: www.teatrotrastevere.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl