Corti, Morelli, Orfeo e Taddei alla galleria Paoli di Pietrasanta

Corti, Morelli, Orfeo e Taddei alla galleria Paoli di Pietrasanta

26/mag/2005 16.21.13 Mercurio Arte Contemporanea Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 Mercoledì 1 giugno alle ore 21.30, presso la galleria Enrico Paoli in via Stagio Stagi 13 a Pietrasanta (Lu), si inaugura la mostra “Opere recenti”.

              In esposizione dipinti di Riccardo Corti, Guido Morelli, Armando Orfeo e Valente Taddei. 4 autori diversi tra loro per formazione estetica e cifra stilistica, ma accomunati da un raffinato spirito di ricerca nell’ambito della figurazione contemporanea.

Corti (nato a Firenze nel 1952, residente a Lido di Camaiore), realizza oli su tela e su tavola in cui esili pini marittimi campeggiano su sfondi nei quali la morbidezza della pennellata compone un gioco testuale di notevole pregio stilistico: l’eleganza dinamica delle forme si unisce alla ricercatezza delle sfumature. Nei lavori recenti prevalgono toni celesti e bianchi, oltre ad apparire, in alcuni casi, un calibrato uso della spatola.

Morelli (nato a La Spezia nel 1967, residente a Piacenza) accentua la dimensione del ricordo nei sintetici paesaggi naturali dei suoi oli dal sapore materico. L’artista predilige concentrarsi su un linguaggio psicologico del dipinto: si allontana da qualsiasi aspetto descrittivo, mirando ad una pura fusione di colore e luminosità.

Vicino al fumetto è invece l’universo creativo Armando Orfeo (nato nel 1964 a Marina di Grosseto, dove vive e lavora): il protagonista dei suoi acrilici su tela, il goffo ‘Signor Cozza’, modello del borghese medio,  perennemente combattuto tra routine e voli pindarici, è immerso in un paesaggio surreale nel quale i grattacieli ondeggiano.

            Taddei (nato a Viareggio nel 1964, residente a Pietrasanta) è autore di sintetiche tecniche miste su carta, dall’impronta concettuale e dal carattere narrativo: in tali lavori, si sviluppano ‘racconti minimi’  il cui protagonista è un inconfondibile ‘omino’ alle prese con situazioni costantemente in bilico tra sarcasmo e malinconia.

            La mostra è curata da Gianni Costa ed è organizzata in collaborazione con Mercurio Arte Contemporanea di Viareggio. Rimarrà aperta fino al 30 giugno, tutti i giorni in orario 17.30 – 20 (venerdì, sabato e domenica anche in orario 21 – 23).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl