CS - Cuadrilatero, 4 giovani artisti cubani a Livorno

Oficio, La Habana, Cuba

04/lug/2005 12.29.05 Alessandra Dini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Centro Michon Arte Contemporanea
presenta
 
 
_CUADRILATERO_
                                         | Esterio Segura
                                                  | Glenda Leon
                                                                 | Yonel Hidalgo
                                                                                 | Abel Oliva
 
a cura di Alessandra Dini

Fortezza Vecchia - Livorno
inaugurazione domenica 31 luglio ore 21:00

 

  • La Fortezza Vecchia di Livorno, edificio militare costruito fra il 1521 ed il 1534 nei pressi del Porto Mediceo, è la suggestiva cornice di una serie eterogenea di iniziative culturali che comprendono serate di teatro, musica, cabaret e che avranno luogo da giugno fino alla fine d'agosto.
  • Il Centro Michon Arte Contemporanea, nella sua sede estiva all'interno della manifestazione, ospita dal 31 luglio al 15 agosto la mostra Cuadrilatero, curata da Alessandra Dini.

  • E' assurdo poter pensare di descrivere un paese riassumendo la sua realtà sfaccettata in una sola parola; nel caso di Cuba sono necessarie almeno due: un aggettivo ed il suo contrario, perchè questa è un'isola di forti contraddizioni e neppure questa formula è sufficiente per avere un'idea esatta di che cosa significa viverla.
  • Diventa ancora più difficile affermare la propria identità agli occhi del mondo quando si è costretti ad infrangere vecchi miti e allo stesso tempo a non deludere le aspettative di coloro che guardano a Cuba come all'ultimo dei paradisi perduti.
  • "Cuba non solo è l'altro, ma è il romantico altro per eccellenza della postmodernità..." (Bruce Ferguson).
  • Quattro giovani artisti cubani, appartenenti alla stessa generazione, sono stati scelti in questa occasione per fornirci la loro versione dei fatti, ma non solo, per rappresentare ciascuno un lato distinto dell'attuale produzione artistica dell'isola, una tra le più mature e cariche di fermenti del Sud America, di respiro internazionale e lontana, come erroneamente si crede, dal carattere folclorico.
  • Nessun tipo di schieramento politico determina le posizioni degli artisti che, più semplicemente, parlano in assoluta libertà del loro mondo permettendosi anche qualche critica.
  • L'Arte a Cuba ha sempre avuto un ruolo attivo nella costruzione della cultura nazionale; libera dalla esigenze del mercato, ha incentrato buona parte della sua attenzione sul contenuto, piuttosto che sulla forma; negli anni '80 è stata il motore per lenti, ma sostanziali cambiamenti contro la sclerotizzazione dei valori rivoluzionari. Gli artisti oggi aspirano ad un giusto riconoscimento internazionale, senza abbandonare la riflessione sui problemi del loro paese.
  • La matrice comune di questi quattro artisti è una visione fortemente poetica e a tratti surreale dell'esistenza, con la propensione a reinterpretare gli oggetti ed il quotidiano attraverso l'ironia.
  • Glenda Leon nel suo breve video "Destino", una sorta di aforisma audiovisivo, ci presenta delle auto dello stesso colore che si incrociano. Per uno strano caso quest'ultime si trovano a passare sulla stessa strada alla stessa ora dello stesso giorno. Una piccola magia, una fatalità. Il finale però è a sorpresa: è possibile cambiare il proprio destino, cambiare senso di marcia.
  • La voglia di uscire dall'isolamento con l'uso di un'antenna parabolica. La normale illegalità in un paese dove ciò non è permesso, questi i temi di "Vuelo secreto", opera in cui Esterio Segura trasforma un banale cavo satellitare nell'immagine dei propri desideri.
  • Al centro della poetica di Yonel Hidalgo si trova invece il problema dell'ibridazione tra l'uomo e gli oggetti di uso comune che segnano l'evoluzione della sua cultura, ottenuto formalmente attraverso il mix di differenti medium artistici, quali pittura e scultura. Nel nuovo lavoro, ideato apposta per lo spazio, "Las diagonales del genio", il tema sfiora un carattere universale: la dipendenza dell'umanità dalla Terra, un legame indissolubile che travalica qualsiasi confine nazionale.
  • In una piccola isola della Baia di Cienfuegos un manipolo di famiglie lotta contro le privazioni materiali e le pressioni del Governo, per non abbandonare il "paradiso naturale" nel quale vivono, destinato ad ospitare nuovi alberghi per il turismo. Abel Oliva ha eseguito qui una commovente performance, inventandosi un moderno rituale per la pioggia, unica fonte d'acqua potabile per la comunità. Il video "Este solo sabor inunda el cielo", documenta l'evento.

CENNI BIOGRAFICI DEGLI ARTISTI
 
Esterio Segura Mora
Nato a Santiago de Cuba nel 1970. Vive e lavora tra La Habana e Madrid.
Mostre personali (selezione):
2005, Esterio Segura, Centre Gallery, Tampa, USA
2002, Noticias que me vuelan dentro, Couturier Gallery, Los Angeles, USA
2001
Contra al pared, Galeria Antonio de Barnola, Barcellona, Spagna
00-53-7-la ultima llamada, Faridet Cadot Gallery, Parigi, Francia 
Ha partecipato alla V, VII, e VIII edizione della Biennale de La Habana e alla 25esima e 26esima edizione della Biennale di Sao Paulo, Brasile
E' autore delle sculture per il film "Fresa y chocolate" di Tomas Gutierrez Alea
 
 
Glenda Leon Arevalo
Nata a La Habana nel 1976, dove vive e lavora.
Selezione delle mostre più importanti alla quali ha partecipato:
2005
II Bienal de Jafre, Girona, Spagna
Reflexiones Intimas, KATT Kunsthalle Attersee, Austria
Irreducible: Contemporary Short Form Video, 1995-2005. CCA Wattis Institute, San Francisco/ Miami Art Central, Miami/ Bronx Museum, NYC, USA
2004
Le 6 Mois de la performance, La Centrale, Canada
Contemporary Cuban Video, Biennale di Liverpool/Ritzy Cinema, Londra, Inghilterra
2003
56° Festival Internazionale del Film di Locarno, Italia
Maneras de inventarse una sonrisa, Centro de Desarrollo de Las Artes Visuales, VII Bienal De La Habana, Cuba
 
Yonel Hidalgo Perez
Nato a Las Tunas nel 1970. Vive e lavora a Livorno.
Mostre personali (selezione):
2004
L'energia dell'isolano, Centro Internazionale Dionysia per le Arti e le Culture, Villa Piccolomini, Roma, Italia
Al di là di noi, Nuovo Teatro delle Commedie, Livorno, Italia
2003, Indeterminacion: unica costante del ser, Galeria Guaimaro, Camagüey, Cuba 
Tra le principali mostre colletive ricordiamo:
2005, Godart 2005, Museo Laboratorio (ex manifattura tabacchi), Città Sant'Angelo, Pescara, Italia
2001, Salón de la Ciudad, Galería Luz y Oficio, La Habana, Cuba
2000, El Ultimo Dibujo del Siglo, VII Bienal de La Habana, Cuba 
1999, Visión del otro, Galería La Casona, La Habana, Cuba
 
Abel Ernesto Oliva Martinez
Nato a La Habana nel 1969, dove vive e lavora.
Selezione delle mostre più importanti alla quali ha partecipato:
2004, Island Nation, Risd Museum, Rodhe Island, USA
2003, Los chicos felices de Robin Hood, VIII Bienal de La Habana, Cuba
2002
Premio La Joven Estampa, Museo Nacional de la Estampa, Messico
Copyright. Muestra de video cubano, Centro Cultural de España, La Habana, Cuba
2001, Este solo sabor inunda el cielo, Jornada de performance, Cayo Carena, Cienfuegos, Cuba
2000, A la vuelta del transvida, intervento pubblico nella calle D'clouet, Producciones Doboch, Cienfuegos, Cuba
 
 
 
Informazioni al visitatore:
Fortezza Vecchia - Livorno (zona Porto Mediceo)
Entrata lato Stazione Marittima
orari di apertura: dalle 9:00 di mattina fino a sera
ingresso libero
 
Per ulteriori informazioni e immagini delle opere contattare prensa76@yahoo.it
 
In relazione alla Legge 675/96 (sul trattamento dei dati personali) ci teniamo a chiarire che gli indirizzi e-mail sono stati prelevati da conoscenze personali, da contatti avuti sulla rete o da elenchi e servizi di pubblico dominio pubblicati su internet. Se non siete interessati a ricevere le nostre informazioni vi invitiamo a mandare una e-mail a prensa76@yahoo.it scrivendo CANCELLAMI nell’oggetto della mail.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl