Nessun oggetto

15/nov/2010 23.36.35 daydreaming magazine Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Trieste, novembre 2010

DayDreaming Project
http://www.daydreamingproject.com/

presenta:

the possibile exhibition
mostra di foto Polaroid di Ale Di Gangi
20 + 1 scatti selezionati
2007/2010

Trieste, c/o KNULP Libreria Bar
Via Madonna del Mare 7
contatti: Knulp@Knulp.it
http://www.knulp.it/

Dal 18 novembre al 7 dicembre 2010
Inaugurazione 18/11/2010 ore 19.00
Orari dalle 10.00 alle 24.00
Chiuso il Mercoledì

http://aledigangi.com/possible

Polaroid è una forma fotografica straordinaria perché produce solo pezzi unici originali analogici. Tra il 1929 e il 2008 - anno in cui cessa la produzione delle pellicole - il nome Polaroid si è guadagnato lo status di forma d'arte e di vero e proprio ideale fotografico nell'immaginario comune, rivoluzionandone concetto e immagine. Nel 2010 Impossible reinventa e rilancia sul mercato una nuova serie di pellicole, dando a tutti gli effetti nuova vita alla fotografia analogica istantanea.

Ale Di Gangi durante l'intervallo tra queste due vite ha deciso di iniziare ad esporre una selezione delle sue foto Polaroid. Nasce da qui il nome della mostra: “the possible exhibition” vuol indicare con il titolo non solo la rinnovata possibilità di continuare a frequentare e creare una fotografia e forma d’arte che è stata sull’orlo dell’estinzione, ma anche il ritorno alla forma espositiva per lo stesso Ale Di Gangi.

“the possible exhibition” raccoglie 20+1 scatti Polaroid originali e una piccola selezione di riproduzioni di scatti stampati su pannelli di plexiglass, sia in formato 1:1 che 50x61cm.
Il plexiglass dona profondità e luminosità ed esalta il formato degli originali perché ogni foto è riprodotta in modo da rendere ancora più visibile ciò che rende una Polaroid tale: dalla tessitura della cornice alle particolarità dei colori, mantenendo intatto ogni minimo dettaglio dell’originale, difetti inclusi.
Ciascuna immagine è dunque unica come lo è l’originale, riprodotta con il massimo della fedeltà.

Le riproduzioni in plexiglass, realizzate con cura da scansioni ad alta risoluzione, sono in vendita e acquistabili su ordinazione presso l’artista, che può essere contattato all’indirizzo email polaroid@aledigangi.com
Le foto della mostra, insieme a un’ulteriore ampia selezione di altri scatti, sono visibili anche online all’indirizzo Web http://aledigangi.com/polaroid

“the possible exhibition” è una mostra itinerante che ha già fatto tappa in varie location e città; in ciascuna esposizione alcune delle foto cambiano. Questo, oltre a rendere la mostra stessa interessante per chi volesse visitarla più di una volta, sottolinea l’attività di Ale Di Gangi, che continua a scattare nuove foto e a curarne la selezione per le esposizioni.

Ale Di Gangi (1966, nato e residente a Firenze) ha spaziato negli ultimi 25 anni dalla musica al giornalismo alla fotografia alla regia, pubblicando dischi, libri, articoli e recensioni.
Come fotografo ha esposto in collettive anche mondiali tra Firenze, Milano, Trieste, Londra, Berlino, Berkley, New York e pubblica su svariati magazine e periodici in giro per il mondo.
Come regista ha girato vari cortometraggi; il suo “Indagine su cittadini al di sopra di ogni sospetto” (2008) ha partecipato a Festival di cinema italiani e internazionali ed è stato selezionato per la rassegna di cortometraggi del Cannes Film Festival 2009.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl