Gino Di Pieri - La traccia del sogno - Acqueforti e acquetinte

Gino Di Pieri - La traccia del sogno - Acqueforti e acquetinte Sabato 4 dicembre alle ore 18 si inaugura presso il Museo Ca' da Noal, Via Canova 38 - Treviso, la mostra "Gino Di Pieri - La traccia del sogno - Acqueforti e acquetinte" realizzata con il patrocinio del Comune di Treviso.

20/nov/2010 17.36.12 Luciano Rossetto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sabato 4 dicembre alle ore 18 si inaugura presso il Museo Ca' da Noal, Via Canova 38 - Treviso, la mostra "Gino Di Pieri - La traccia del sogno - Acqueforti e acquetinte" realizzata con il patrocinio del Comune di Treviso. La mostra sarà presentata da Michele Beraldo.

Si tratta di una mostra che prevede l'esposizione di una sessantina di incisioni all'acquaforte, all'acquatinta e alla maniera nera, molte di grande formato. Riguardano un periodo che parte dal 1987 per arrivare al 2010 con gli ultimi lavori: alcune incisioni a tre dimensioni intitolate "obelischi", uno dei temi ricorrenti assieme ai "Landscapes".

L'artista è attivo, soprattutto nel settore dell'incisione, fin dai primi anni sessanta, e nell'occasione della inaugurazione sarà presentato al pubblico il volume " Gino Di Pieri - Opera Incisa. Catalogo generale delle incisioni dal 1963 al 2010” con testi di Michele Beraldo e Giorgio Trentin.

Orario della mostra: dal martedi al venerdi  ore 15-19. Sabato e domenica ore 10-12 e 15-19. Chiuso il 25 e 26 dicembre.

 Per informazioni tel. 3803226466

 

 

Nota biografica

  

Nato a Venezia nel 1946, si è formato nell’ambiente veneziano, prima frequentando il Liceo artisitico, allievo di celebri maestri e di Lucio Andrich, un grande e raffinato incisore e, successivamente, si è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti sotto la guida di Bruno Saetti e Carmelo Zotti per la Pittura e di Arnaldo Battistoni e Mario Guadagnino per le Tecniche dell’incisione.

Per molti anni ha insegnato Figura disegnata al Liceo Artistico di Treviso, città nella quale risiede.

Opera nel settore artistico e particolarmente nel campo incisorio fin dai primi anni sessanta partecipando a numerose e importanti manifestazioni nazionali ed internazionali.

I suoi lavori, oltre che presso collezioni private, si trovano al Museo d’Arte Moderna “Ca’ Pesaro” di Venezia, al Gabinetto delle Stampe di Bagnacavallo (Ravenna), alla Pinacoteca del Comune di Oderzo (Treviso), alla Civica Raccolta d’Arte del Comune di Osìmo, alla Raccolta dei Disegni e delle Stampe di Villa Pacchiani a S. Croce sull’Arno (Pisa), alla Civica Raccolta del Comune di Campobasso, al Museo dell’Illustrazione di Ferrara.

Si sono occupati del suo lavoro: Manlio Alzetta, Michelle Beraldo, Enrico Buda, Rinaldo Burattin, Marcello Colusso, Mauro Cova, Raffaele de Grada, Angelo Dragone, Marco Goldin, Luigi Lambertini, Dino Marangon, Mario Penelope, Guido Perocco, Paolo Rizzi, Giorgio Segato, Luciano Speranzoni, Giorgio Trentin, Pier Franco Uliana, Lello Voce.

E’ membro del direttivo dell’Associazione Incisori Veneti alla quale aderisce fin dal 1969.




blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl