z2o galleria | TEA MÄKIPÄÄ Bologna ART FIRST- Roma

Allegati

22/gen/2011 19.56.10 z2o Galleria - Sara Zanin Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Z2O Galleria l Sara Zanin

 

BOLOGNA

 

presenta

 

TEA MÄKIPÄÄ

http://www.comunicati.net/allegati/66304/Tea Mkip_Bologna.doc062021718@25012010-102A

 

L'artista finlandese Tea Mäkipää viene presentata in occasione di Arte Fiera e di Art First per la prima volta in Italia. Usando linguaggi poliedrici come installazioni, video, fotografia e performance si dedica nella sua ricerca al rapporto complesso e bidirezionale tra uomo e ambiente, al modo in cui la specie umana influenza, forma e modifica ciò che la circonda e come (e se) affronta altre forme di vita e infine alle possibilità di sopravvivenza per un mondo sull'orlo del precipizio.

BOLOGNA ART FIRST 2011 a cura di Julia Draganovic
Tea Mäkipää è stata invitata a partecipare al progetto curatoriale di Bologna Art First 2011 realizzato da Julia Draganovic presentando i seguenti progetti.

THE DESTINY OF ALL LIFE LIES WITHIN TECHNOLOGY
Installazione presso il Museo Archeologico di Bologna in via dell’Archiginnasio 2
28 gennaio - 27 febbraio 2011
The Destiny of All Lives Lies Within Technology (Il destino di tutte le vite si trova nella tecnologia) è un grande arco di legno scolpito e verniciato di nero che riporta la stessa scritta ed è esposto in una delle sale del Museo Archeologico. Un impressionante monumento che evoca l'esteso campo della relazione  tra uomo, ambiente e tecnologia, o meglio: come lo stato e il destino del mondo, cioè anche la vita dell'uomo stesso, dipende dal suo atteggiamento nei confronti del pianeta che ha perso da tempo la sua integrità. E l'uomo stesso non mette i freni necessari a questo percorso catastrofico. Chissà se ci sarà un giorno qualcuno ad esporre le tracce della nostra civiltà in un museo archeologico?! 

LA PERFORMANCE: WHAT HORSES STAND FOR
Piazza Maggiore solo la sera del 29 gennaio 2011 dalle ore 19 alle 24,
in occasione della la notte bianca di Arte Fiera Art White Night
What horses stand for (A che cosa servono i cavalli) è una performance che si svolge in uno dei posti più incantevoli della città felsinea come teatro di un scenario insolito. Tea Mäkipää girerà per la piazza con un cavallo parlante. Un vero proprio cavallo che sappia comunicare con i bolognesi in italiano? Si, un destriero attento che passeggia, osserva, commenta e conversa con i bolognesi e non. Che cosa passerà per la mente dell'animale? E' un'esperienza da scoprire come il cavallo interagisce raccontando delle sue storie, ma non solo, anche ciò che il pubblico ha da dirgli

ART TALK a bordo del  Padiglione Via...ggiando con le artiste Maria Josè Arjona e Tea Mäkipää
Piazza Galvani
Venerdì 28 gennaio alle ore 20.30
A bordo del Padiglione Via...ggiando di Mario Nanni le artiste Maria Josè Arjona e Tea Mäkipää, insieme ai curatori Claudia Loeffelholz e Eugenio Viola, presenteranno i loro progetti: Maria Josè Arjona introdurrà VIRES, 2010 e HABITO/Abito, 2011, la performance che si svolgerà il giorno successivo dalle 18 alle 24, mentre Tea Mäkipää parlerà della sua performance What Horses Stand For in Piazza Maggiore durante la Notte Bianca (sabato 29 gennaio ore 19-24).

Bologna Art First è un progetto nato dalla collaborazione tra la Città di Bologna e Arte Fiera Art First: un itinerario esclusivo concepito come un’unica grande mostra collettiva che sviluppa nella città e nei suoi dintorni, un percorso per immagini tra arte e storia attraverso installazioni site specific di artisti che lavorano con le gallerie presenti in Fiera.

PER INFO: http://www.artefiera.bolognafiere.it/eventi/bologna-art-first/

BOLOGNA ARTE FIERA
PADIGLIONE 18 STAND E11

 


Z2O Galleria l Sara Zanin

 

ROMA

 

presenta

 

TEA MÄKIPÄÄ

 

Domesticated Nature

 

 

a cura di Claudia Löffelholz 

 

18 febbraio – 31 marzo 2011 

 

     Inaugurazione: venerdì 18 febbraio ore 18,30    

 

via dei querceti 6, 00184 roma

 

La z2o Galleria è lieta di presentare per la prima volta in Italia l’artista finlandese Tea Mäkipää, con una mostra monografica nello spazio della galleria a Roma, dal titolo Last Paradise or Paradise Lost?

Tea Mäkipää è famosa nel mondo per le sue enormi installazioni e per gli importanti progetti d’arte  pubblici ed il suo lavoro è caratterizzato da una critica incisiva dello stile di vita della civiltà occidentale. La sua prima mostra monografica in Italia presso la z2o Galleria propone due grandi fotografie panoramiche su parete combinate in una suggestiva installazione site specific.
L’opera World of Plenty (2005), un bello schermo pieghevole su larga scala, è una visione utopistica dell’armonia, un Giardino dell’Eden dove gli esseri umani vivono e coabitano in pace, un mondo ideale in cui regna il rispetto gli uni per gli altri ma anche il rispetto per la natura, gli animali e l’ambiente. Questo paradiso è circondato da bei paesaggi intatti, caratterizzati dall’assenza assoluta di ogni forma di tecnologia, industria e urbanizzazione. World of Plenty è un adattamento per lo spazio romano dell’originale installazione fotografica lunga 30 metri esposta nel 2005 all’EXPO Aichi, a Nagoya in Giappone. Creato con l’aiuto della tecnologia grafica computerizzata come un brillante collage di differenti fotografie, il lavoro pone la questione di quanto l’umanità sia lontana da tale paradiso. Specialmente riguardo al fatto che noi tutti indubbiamente amiamo scenari come questi e siamo sempre alla ricerca di luoghi simili nelle nostre vacanze. Qual è il nostro modello di vita e che cosa sta facendo ciascuno di noi, oltre a lamentarsi, per aiutare l’ambiente e la società?

Questa visione utopistica forma un contrasto con il lavoro di identiche dimensioni presentato vis-à-vis: Years After Zero (2008), che mostra il modello opposto di vita. Questo lavoro recente realizzato come foto-collage rivela la vita moderna nella società occidentale. Gli esseri umani sono persi in una realtà crudele, caotica e dispersiva e sono lontani dallo scenario di World of Plenty. L’antiutopìa di Year After Zero è la condensazione dell’abisso della vita reale in un incubo urbano pieno di declino sociale e morale.

Questi due lavori antitetici di Tea Mäkipää sono le due opposte facce della vita, luce ed ombra dell’umana esistenza. Sta a noi decidere in quale direzione  il mondo e la società si evolveranno.  

 

L’artista sarà presente all’inaugurazione.

 


 

 

Questa email, inviata a scopo informativo riguardo ad un evento culturale, non contiene pubblicità nè promozione commerciale. In ottemperanza alle norme della Privacy (art. 7 - D.L. 196 del 30-6-2003), chiunque può comuinicare correzioni o l'eventuale rifiuto a ricevere ulteriori messaggi, rispondendo "CANCELLAMI", e precisando l'indirizzo che si desidera sia immediatamente rimosso dalla mailing list.

Z2O Galleria l Sara Zanin 
via dei querceti 6, 00184 roma
tel. +39 06 70452261 fax +39 06 77077616
orari: lun - ven 15.30 - 19.30  o su appuntamento
info@z2ogalleria.it
  www.z2ogalleria.it

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl