Comunicato stampa MY ROME - ZHANG HUAN

09/set/2005 13.53.44 Consolo produzioni&consulenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 
 
   PRESS  COMUNICATO STAMPA                                                                            
 
 
 
          
 

 

Assessorato alle Politiche Culturali

Sovrintendenza ai Beni Culturali

Direzione dei Musei Capitolini

 

 

ZHANG HUAN

My Rome

  

 

La prima performance italiana dell’artista cinese Zhang Huan all’interno di Palazzo Nuovo, sede della più antica collezione di scultura greca e romana del mondo

 

L’arte contemporanea incontra la massima espressione della cultura antica

 

 

 

 La PERFORMANCE per la STAMPA è alle ore 14.00 presso i Musei capitolini

 

 

 

Roma, sul Campidoglio, all’interno dei Musei Capitolini, lunedì 12 settembre 2005 alle ore 16.00 l’artista cinese Zhang Huan, all’interno del Cortile di Palazzo Nuovo, realizzerà in anteprima la sua prima performance italiana. La manifestazione, resa possibile grazie alla disponibilità del Comune di Roma, si inserisce nell’ambito della rassegna The Season, curata dal critico d’arte Gianluca Marziani per la Galleria Pack di Milano. La stagione culturale, iniziata ad ottobre 2004 nella sede milanese, trova così il suo clamoroso epilogo in una sede tanto prestigiosa, completando un complesso progetto che ha visto 6 mostre e 11 artisti coinvolti, sia italiani che internazionali. Un volume a colori, in corso di stampa (disponibile da ottobre 2005) documenterà l’intero progetto e la performance romana finale di Zhang Huan.

 

Lo scenario installativo

Lo spazio prescelto è il cortile al piano terra di Palazzo Nuovo, sede storica della collezione scultorea dei Musei Capitolini. Attorno alla fontana del Marforio (famosa statua “parlante” di Roma, simbolo dell’invettiva politica clandestina contro gli intrighi pontifici), l’artista collocherà un tavolo in legno (5,0 x 2,5 x 1,5 m.), 30 volontari fasciati con garze e altrettante statue in cera. Al centro della scena si muoverà Zhang Huan, direttore agonistico di un poetico viaggio nel corpo eterno, nella bellezza oltre i confini geografici, dentro la memoria secolare che dialoga con l’energia contaminata del presente.

 

La performance

Zhang Huan sarà posizionato tra le statue, immobile nell’attesa di muoversi, improvvisamente e inaspettatamente. A quel punto inizieranno alcuni movimenti che richiameranno le antiche tecniche del taijiquan. Al contempo, anche le 30 persone inizieranno a spostarsi per salire sul tavolo in legno, costruendo così una gigantesca scultura vivente coi corpi che si sovrapporranno in un’ideale babele organica, finchè la stessa Roma sarà (simbolicamente ma con l’uso reale della materia umana) più alta di 3 metri rispetto all’altezza del Campidoglio.

 

I contenuti del progetto

Un incontro magistrale tra la complessa dimensione orientale e la storia millenaria di Roma, città che sintetizza l’incrocio meticcio tra culture distanti. Il più noto performer cinese, famoso per la cruda fisicità delle sue azioni pubbliche, ha costruito un progetto di sottili cortocircuiti tra statue antiche e finzioni contemporanee, tra calchi di lontana memoria e forme fisiche del presente. L’evocativo cortile di Palazzo Nuovo si animerà su vari livelli: ora la prepotenza muscolare del corpo denudato, ora la statuaria in cera che svelerà la finzione teatrale della scenografia, ora il dialogo mimetico con le sculture e le architetture preesistenti. Finchè l’individuo stesso, centro propulsore di ogni evento reale, entrerà nell’organismo elastico della

città, modificando la conformazione fisica (in questo caso l’altitudine) del colle più famoso al mondo.

 

L’artista

In una performance del 1994, completamente ricoperto con miele e olio di pesce, Zhang Huan entrò in una fetida toilette pubblica. Una volta dentro, si fece assalire per un’ora da mosche e cattivi odori, lasciando che il suo corpo nudo diventasse un campo di resistenza estrema. L’anno dopo realizzò “To Add One Meter to an Unknown”, tentativo di aggiungere un metro ad una montagna attraverso alcuni corpi ammassati uno sull’altro. Nel 1998 si è sdraiato su un letto di foggia cinese col fondo formato da ghiaccio. L’intento era ovvio: cercare di scalfire la superficie ibernata attraverso il calore mutante del proprio corpo. Esempi fortissimi di un amore per la natura primordiale, i sensi corporei, le energie interiori dentro un ambiente che dialoga con i gesti, i silenzi e i movimenti dei corpi coinvolti. Zhang Huan è un autore che riscatta la vita nei suoi azionismi crudeli ed estremi. Dialoga col rimosso sociale, riattivando i cinque sensi in un incrocio sinergico di muscoli e poesia, odori e messaggi simbolici, materiali forti e metafore incisive.

 

Le parole dell’artista

“Durante il processo di una performance utilizzo al massimo la possibilità concreta di imparare dall’esperienza personale. Ma è solo alla fine di un’azione che finalmente capisco che cosa ho fatto, che cosa ho espresso…”

 

Gli esiti della performance

Un video e una serie di fotografie a colori completeranno il progetto. Come consuetudine per Zhang Huan, gli scatti finali daranno la tangibilità ulteriore delle sue brevi azioni in spazi pubblici. Nella fotografia lo spazio assumerà la connotazione plastica di una stravaganza evocativa, portando la finzione scenografica verso un mistero ancora più denso ed universale.

 

 

MY ROME

di ZHANG HUAN

 

A cura di Gianluca Marziani

Testo critico di Daniele Perra

 

12 Settembre 2005,  ore 16.00 (performance per il pubblico - solo ad inviti)

Cortile di palazzo Nuovo - Musei Capitolini, Roma

 

Un evento prodotto da:

GALLERIA PACK, Milano

LIPANJEPUNTIN ARTECONTEMPORANEA, Roma, Trieste

 

Coordinamento e Ufficio Stampa:

Consolo produzioni&consulenza

 

Per informazioni:

Ilaria Rossi - Responsabile Ufficio Stampa Consolo produzioni&consulenza
P.zza Sempione, 5 - 20145 Milano
tel. +39 02 34938090 - fax  +39 02 34932551
press@consoloproduzioni.it

 

Per avere maggiori informazioni su ZHANG HUAN visitate il sito: www.zhanghuan.com

 

 

 

 

Didascalie (le immagini sono ad alta risoluzione):

12 Square Meters.jpg:         ZHANG HUAN

                                     2 SQUARE METERS, 1994

                                                Performance, Beijing

                                                Courtesy Galleria Pack

 

FT5.jpg:                                ZHANG HUAN

                                     FAMILY TREE (particolare), 2000

                                                C-print on Fuji archival paper

                                                50x40 inches each (9 images)

                                                Courtesy Galleria Pack

                                         

 

Zhuan nel cortile.jpg:              GALLERIA PACK

                                       ZHANG HUAN NEL CORTILE DEL MARFORIO, ROMA 2005

                                                    Fotografia di documentazione e di studio

                                                      Courtesy Galleria Pack

                                               

 

MYROME.jpg:             ZHANG HUAN Progetto per MY ROME, 2005                                 

                                                    Performance presso i musei Capitolini, Roma

                                                   Courtesy Galleria Pack

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl