comunicato mostra

La potenza realistica delle sue fotografie ci aiuta a comprendere che esiste un orrore più grande di quello dei grattacieli del World Trade Center che crollano come giganti dai piedi d'argilla: è il dolore postumo dell'assenza di persone a noi care, di cose, luoghi o costruzioni che circondano il nostro universo quotidiano.

09/set/2005 14.13.46 Micol Di Veroli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Giovedì 15 settembre s’inaugura all’Opera Caffè la mostra fotografica “GraundZir0” di Alex Mezzenga a cura di Micol Di Veroli.

 

Saranno presentate le fotografie del ciclo “ I Fantasmi di Ground Zero” scattate nel 2003. Alex  Mezzenga è riuscito a filtrare le sue immagini da ogni tipo di spettacolarità offrendoci il suo personale “momento decisivo”. La potenza realistica delle sue fotografie ci aiuta a comprendere che esiste un orrore più grande di quello dei grattacieli del World Trade Center che crollano come giganti dai piedi d’argilla: è il dolore postumo dell’assenza di persone a noi care, di cose, luoghi o costruzioni che circondano il nostro universo quotidiano.

 

La sofferenza  non è  però il solo messaggio che traspare dalle immagini del fotografo romano. Il sentimento della speranza è sempre vivo nei colori di una bandiera fiaccata, lacera ma ancora in piedi, nei graffiti di gente comune e nello sguardo acerbo ma fiero dei bambini.

Una chiara voglia di risorgere dalle ceneri come la leggendaria Fenice ma con occhio sempre rivolto al passato, per non dimenticare.

 

Grazie al pathos e alla sincera energia  di questi scatti possiamo renderci conto che fotografare non è solo un modo diverso di guardare attraverso i fatti della nostra storia , ma un modo diverso di viverli, perché attraverso l’obiettivo di Alex Mezzenga è possibile scrutare ogni cosa con maggiore attenzione, fissando nel tempo ogni minimo gesto, ogni singolo sentimento.

 

 

 

Alex Mezzenga nasce a Roma nel 1971, città dove vive e lavora.

Diplomato all’istituto di stato per la cinematografia e la TV “Roberto Rossellini” come fotoreporter e direttore della fotografia nel 1991.

Inizia lavorando nel cinema come fotografo di scena. Dal 1998 si dedica alle tematiche sociali collaborando con L’ESPRESSO.

Distribuito e rappresentato da IBER PRESS photo agency e da REPORTER ASSOCIATI  per le quali realizza reportage in Italia e all’estero.

Riceve nel 2003 il premio Le logge al Toscana Foto Festival per il miglior portfolio nella sezione fotogiornalismo. Nel 2005 il Premio Ciriello al Lucania Film Festival nella sezione fotoreportage di guerra.

Attualmente, oltre a seguire notizie di carattere nazionale e internazionale  si occupa di progetti a medio-lungo termine legati ai conflitti e ai post-conflitti con particolare attenzione alle situazioni medio orientali.

 

Esposizioni:

1999 personale spazio  espositivo VIII° Municipio 
2001 collettiva   spazio espositivo Break Albano Laziale
2002 personale spazio  espositivo Break Albano Laziale
2003 personale galleria d'arte moderna palazzo ducale pavullo nel frignano (Modena)
2003 collettiva  Toscana Foto festival Castello di Montereggio MASSA MARITTIMA (Grosseto)
2004 personale Toscana Foto festival  Castello di Montereggio MASSA MARITTIMA (Grosseto)
2004 personale  Internazionale di fotografia di Solighetto  (Treviso)
2005 personale Lucania Film Festival Matera

 

Alex Mezzenga - Graund Zir0

 

Opera Caffè

Via della Scala  43

00153 Roma

Tel: +39 339 8467653

Info: micoldv@hotmail.com

orario: dal martedì alla domenica 18:00 - 02:00

Biglietti: Ingresso libero

Vernissage: 15 settembre ore 20:00

Fino all’ 22 settembre

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl