Palazzo Corsini e La XXIV Biennake dell'Antiquariato

13/set/2005 14.03.33 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Lo storico Palazzo Corsini di Firenze fu acquistato nel 1649 da Maddalena
Machiavelli, moglie del marchese Filippo Corsini, dal granduca Ferdinando
II. I suoi saloni, magnificamente affrescati ed arredati nel corso dei
secoli faranno nuovamente da cornice alla XXIV Biennale dell'Antiquariato
dal 30 settembre al 10 ottobre 2005. I 90 antiquari presenti, di cui 13
stranieri, esporanno le loro meraviglie con il coordinamento di Pier Luigi
Pizzi.
L'evento sarà inaugurato alle ore 21 del 29 settembre e parte del ricavato
sul biglietto d'ingresso verrà destinato al restauro dello Stipo d'Alemagna,
posto nel Museo degli Argenti di Palazzo Pitti. In tal senso si muoveranno
anche gli espositori, che doneranno ciascuno un oggetto da battere all'asta
ed il cui ricavato andrà al progetto "Corri la Vita" per lo studio e la
prevenzione al seno.
La Biennale di Palazzo Corsini ha da sempre carattere di vocazione
internazionale dell'antiquariato italiano, grazie anche al supporto di seri
e completi criteri valutativi. Infatti due qulificate Commissioni
esamineranno le opere presenti in mostra, rilasciando o meno un certificato
di libera circolazione delle medesime. Il catalogo della esposizione è edito
da ALLEMANDI & C: Torino.
Dopo la XXIV Biennale, Pallazo Corsini ospiterà, dal 14 al 16 ottobre 2005,
la VI Mostra Mercato del Libro Antico. Questo evento si propone di dare
slancio alle caratteristiche peculiari del libro, ossia al suo ruolo
culturale, storico-artistico e artigianale.


Francesco D'Andrea

Con la collaborazione di

Carmelo De Luca


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl