"COMPLEANNO ITALIA" dedicata ai 150 anni dall'Unità, la quarta edizione del Festival dell'Illustrazione di Pavia

18/mar/2011 15.35.29 Festival dell'Illustrazione di Pavia Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMPLEANNO ITALIA

Festival dell’Illustrazione – 4a edizione

Pavia, dal 26 marzo al 1 maggio 2011

 

Torna a Pavia l’attesissimo appuntamento del Festival dell’Illustrazione, organizzato da Comune di Pavia - Assessorato alle Biblioteche Civiche e Sistema Bibliotecario Intercomunale del Pavese "Renato Sòriga". Tre sono le mostre che si susseguiranno dal 26 marzo al 1 maggio, diversi sono i modi in cui questa quarta edizione del Festival festeggia i 150 anni dell’Unità d’Italia e affronta l’appassionante racconto del Risorgimento italiano. Si parte con la prima mostra, quella principale, in gran parte costituita da disegni di Grazia Nidasio, affiancata da nomi importanti per l’illustrazione italiana come Adelchi Galloni, Federico Maggioni, Michele Tranquillini e Mario Uggeri. Dal 26 marzo al 1 maggio, Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, Pavia. La seconda mostra è la personale di Anna Castagnoli, giovane illustratrice italiana, a cui gli organizzatori del Festival hanno deciso di conferire in occasione di questa edizione, il premio “ILL 2011”. Dal 2 al 13 aprile, sala di Santa Maria Gualtieri, piazza della Vittoria. Infine, la mostra sull’ “Italia disegnata”, in cui, sempre seguendo il filo conduttore del Risorgimento italiano, si alternano tavole di Beltrame e Molino, "storici" illustratori delle copertine della Domenica del Corriere. Dal 16 aprile al 1 maggio, sala di Santa Maria Gualtieri, piazza della Vittoria.

 

 

Le mostre

 

COMPLEANNO ITALIA

150 anni di storia attraverso le immagini di Grazia Nidasio, Galloni, Maggioni, Tranquillini, Uggeri

da sabato 26 marzo (inaugurazione alle ore 18.00) a sabato 1 maggio

Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, Pavia (ingresso da piazza Cavagneria) 

Evento principale del Festival, è una mostra costituita da due sezioni: la prima è quella con le illustrazioni originali di Grazia Nidasio sul tema del Risorgimento italiano, la seconda è quella che traghetta il visitatore dalla prospettiva storica a quella attuale, con le illustrazioni che Adelchi Galloni, Federico Maggioni, Michele Tranquillini e Mario Uggeri hanno realizzato l’anno scorso (2010) in occasione della serie “Visioni d’Italia” uscita con il Corriere della Sera. <<Compleanno Italia – spiega Marco Galandra, presidente del Sistema Bibliotecario Intercomunale del Pavese “Renato Sòriga” - si propone di offrire, al di là di ogni enfasi, senza pretese di scientificità (perché non è questo il nostro ruolo), uno sguardo lieve sui fatti, sui personaggi e sulla cultura di centocinquant’anni di Italia Unita>>. Le incisive illustrazioni di Grazia Nidasio, interprete ironica e acuta di molti fatti e personaggi del nostro Risorgimento, creano un affresco originale di quegli anni, ma l’idea era creare un collegamento tra la storia e l’attualità, per coinvolgere tutti, giovani compresi. Per offrire elementi per un bilancio critico, gli organizzatori del Festival hanno ritenuto che uno sguardo "laterale" potesse essere la chiave di volta. <<Creare momenti di attenzione attorno alla storia - dice Neva Kolman - Coordinatore del Sistema Bibliotecario - può essere utile per sviluppare nei giovani la giusta “visione prospettica”, altrettanto utile ci sembra ricordare l’attualità di molti problemi del passato che sono ancora qui con noi, irrisolti e vivi: centralismo-federalismo, divario Nord-Sud e altri ancora...>>. La realizzazione di questo percorso è stata possible grazie alla preziosa collaborazione della Fondazione RCS-Corriere della Sera che ha concesso l’utilizzo dei bellissimi lavori che, grandi illustratori italiani come Adelchi Galloni, Federico Maggioni, Michele Tranquillini e Mario Uggeri, hanno realizzato l’anno scorso (2010) in occasione della serie “Visioni d’Italia” del Corriere della Sera, per una seri di articoli scritti da grandi giornalisti come Gian Antonio Stella e Sergio Rizzo, in cui la rievocazione storica si legava all'attualità. <<Con il loro linguaggio visivo e giornalistico al contempo– conclude Neva Kolman - questi artisti ci hanno dato la possibilità di creare quell'aggancio al "qui e adesso" che ci sembrava importante soprattutto per i giovani>>.

 

ANNA CASTAGNOLI

al Festival dell’Illustrazione di Pavia da sabato 2 aprile 2011 (inaugurazione alle ore 18.00) a mercoledì 13 aprile sala di Santa Maria Gualtieri, piazza della Vittoria, Pavia

Sarà lei a ricevere quest’anno il premio “ILL 2011”, attribuito in ogni edizione del Festival a un giovane artista che si è distinto nel panorama nazionale dell'illustrazione, per bravura, vivacità e innovazione. Nata in Francia (a Versailles), Anna Castagnoli prima di trasferisi in Italia, ha vissuto negli Stati Uniti. Autrice e illustratrice di libri per bambini ha pubblicato in Italia, in Francia e in Spagna. Numerosi sono i riconoscimenti internazionali che ha ottenuto, tra cui la selezione a Ilustrarte 2009 e la selezione alla mostra “Grammatica delle figure” in omaggio a Gianni Rodari (Bologna book fair 2009). Dal 2008, cura Le figure dei libri, un blog sull’illustrazione e sullo studio dell’album illustrato, che parla di libri e di immagini ed è seguito in tutto il mondo. Vive e lavora a Barcellona, collabora con le riviste La joie par les livres (Francia) e Hamelin (Italia) e nel 2010 ha esordito nella narrativa con il libro Super 8 (Topipittori, collana “Gli anni in tasca”).

 

CAVOUR, BELTRAME, MOLINO l’Italia disegnata da sabato 16 aprile 2011 (inaugurazione alle ore 18.00) a sabato al 1 maggio sala di Santa Maria Gualtieri, piazza della Vittoria, Pavia In occasione dei 150 anni dall’Unità d’Italia, una mostra dedicata al disegno politico ma non solo: i soggetti delle tavole in mostra - tutti tratti dalle copertine de la Domenica del Corriere, storico e popolarissimo supplemento illustrato de il Corriere della Sera - si riferiscono anche ad argomenti più “leggeri” (i mondiali per esempio), perchè la cifra stilistica di questo settimanale contemplava le cose serie e anche le cose divertenti o curiose. Fortemente voluto da Luigi Albertini, allora direttore amministrativo de il Corriere della Sera, la Domenica del Corriere fu fondato nel 1899 e chiuso nel 1989. Apparve per la prima volta nelle edicole l'8 gennaio 1899 e aveva una caratteristica: la prima e ultima di copertina erano sempre disegnate. Il Corriere della Sera si avvaleva di un giovane disegnatore, Achille Beltrame, allora sconosciuto, a cui veniva affidato in ogni numero il compito di illustrare con una sua tavola il fatto più interessante della settimana. Dopo la sua morte (1945), altre memorabili copertine furono firmate dal suo successore, Walter Molino. A differenza dei settimanali dell'epoca, la Domenica del Corriere diede ampio spazio alle fotografie e ai disegni, e questo fu uno dei motivi del suo successo: nel corso degli anni venti e trenta divenne infatti uno dei principali strumenti di informazione, non solo della borghesia colta ma di buona parte della popolazione italiana alfabetizzata.

 

Informazioni:

Biblioteca Ragazzi “Paternicò-Prini” Via Volta 31, Pavia tel. 0382.399611

mail: festival.illustrazione.pavia@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl