MOSTRA ERNESTINE REPSCH-Galleria Tondinelli Roma

MOSTRA ERNESTINE REPSCH-Galleria Tondinelli Roma.

Allegati

04/apr/2011 17.25.40 Galleria Tondinelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

COMUNICATO STAMPA

Mostra personale di Ernestine Repsch

“Light inside”

a cura di

Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli

 

Inaugurazione: lunedì 18 aprile 2011 ore 18.30

Sede: Galleria Tondinelli- Complesso Monumentale di San Carlino

alle Quattro Fontane - Indirizzo: Via Quattro Fontane, 128/a - 00184 Roma

Tel. 0039 064744300 www.galleriatondinelli.it  E-mail: info@galleriatondinelli.it

Durata: 18 aprile- 6 maggio 2011

Organizzazione e ufficio stampa: Galleria Tondinelli Tel. 0039 064744300

Orario: dal lunedì al venerdì 10.30-12.00 e 16.00-19.00. Sabato su appuntamento

 

Dal 18 aprile al 6 maggio 2011 avrà luogo presso la Galleria Tondinelli, la mostra personale dell’artista tedesca Ernestine Repsch a cura di Costanzo Costantini e Floriana Tondinelli.

La mostra vedrà esposte per la prima volta a Roma circa 20 opere, dipinti, sculture, un’installazione, dell’artista tedesca operante a Schlangenbad vicino a Wiesbaden.

Ernestine Repsch ha studiato presso la rinomata Hochschule für Gestalten in Offenbach. Per molti anni ha insegnato disegno presso la Hochschule Rhein-Main in Wiesbaden.

Ernestine Repsch ha intitolato la sua ultima serie di opere figurative "Transkopeon" o "Vistas trasparente". In questa serie di lavori presenti in mostra, espone tre diversi tipi di immagini con un uso creativo dei materiali: il formato prevalentemente di grandi dimensioni "Body Gestures", il piccolo formato della serie "Priyanka" e gli oggetti fatti di film trasparenti all'interno di una cornice di legno. Transkopeon significa "Trasparenza". Lo spettatore può anche scoprire che "i differenti livelli, gli sfondi, l'ambiguità, la sospensione" possono descrivere le sue reazioni alle opere.

Questi effetti sono creati dall'artista attraverso una combinazione insolita di, lamine di materiali e tulle, e nella serie "Priyanka" - attraverso le aree di colore con vernice e catrame. L'uso del foglio come supporto e anche l'uso di vernice e catrame consente una creazione dinamica, spontanea ed espressiva della linea. Al di là del contorno della figura si apre un mondo libero e trasparente, l'osservatore è invitato a compilare i dati usando la sua immaginazione.

La serie "Body Gestures" mostra figure aggraziate e vigorose, a volte a riposo e, a volte in posizioni dinamiche, la trasparenza della forma e del colore, la stratificazione dei materiali da un effetto tridimensionale, che stimola e attiva l'occhio di chi guarda. La serie "Priyanka" è costituita da fogli di piccole dimensioni, sono come delle scene dipinte. I motivi sono immagini istantanee di una ballerina in uno spettacolo di Danza Moderna. Con le sculture "Foil Objects" le forme appaiono attraverso strisce e strati di tulle. Queste opere sembrano scenografie in miniatura, c'è una tensione affascinante tra l'aspirazione alla trasparenza e la struttura formale del telaio.

 

Per finire L’installazione “In Abeyance” che significa in sospeso vede due Angeli in volo leggiadri e trasparenti pervasi da una luce, “Light inside” la luce dentro che da il titolo alla mostra.



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl