SURREALISTI A MODENA

05/ott/2005 20.35.15 de luca carmelo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
La nuova Galleria MODENART, inaugurata il 1° ottobre 2005 a Modena con la
mostra "Surrealisti", fa essenzialmente leva sull'arte del Novecento e sulla
valorizzazione di nuovi talenti. Realizzata in collaborazione con la
Galleria del Palazzo di Firenze, l'esposizione "Surrealisti" allinea
dipinti, sculture, gouaches, fotografie dei più importanti maestri di quello
straordinario movimento artistico che fu il Surrealismo, per raccontare da
un lato radici e suggestioni inesplorate, e dall'altro per mostrare
l'nesausta capacità di seduzione anche ai giorni nostri, attraverso una
rassegna di accessori- moda ( cappelli, borse, scarpe ) del più alto
artigianato italiano e soprattutto d'ispirazione surrealista. L'evento è
stato curato da Maurizio Vanni, critico d'arte, che ha in sostanza raccolto
cinque mostre in una, allineando circa trenta opere di Dalì, Ernest,
Magritte, Masson, Mirò, Tanguy, Winkler, insieme ai modelli più eccentrici
della collezione di cappelli della Maison Enrico Coveri, alle borse
d'artista realizzate da Giuliano Cicchinè, alle scarpe d'autore firmate da
Fabrizio Mandolesi.
A completare il mosaico, di per se surrealista, una serie di poesie inedite
di Dalì.
L'esposizione, documentata anche da un prezioso catalogo pubblicato da Carlo
Cambi Editore, ha inaugurato anche un complesso programma di collaborazione
tra Moden-Art e Galleria del Palazzo, un asse Firenze-Modena dedicato
all'arte contemporanea e affidato a Maurizio Vanni.

D.F.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl