PIZIARTE: SE TELEFONANDO.........

Dal 30 dicembre 2005 al 5 febbraio 2006 presso il suo spazio, a Teramo, in Viale Crucioli 75/a la Galleria Piziarte presenta: Danilo Buccella Simone Bergantini Matteo Clementi Daniele Giuliani Gabriele Malarico Gianni Tarli Nei quadri di Danilo Buccella la protagonista è quasi sempre una ragazza-bambina, in piedi o sdraiata, al centro di una stanza chiusa, dall'aria terribilmente claustrofobia.

21/dic/2005 10.53.59 PiziArte Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

www.piziarte.net

Se telefonando…..

Le opere di sei artisti per chiudere l’anno 2005 ed iniziare il nuovo anno
2006.

Dal 30 dicembre 2005 al 5 febbraio 2006 presso il suo spazio, a Teramo, in
Viale Crucioli 75/a la Galleria Piziarte presenta:

Danilo Buccella
Simone Bergantini
Matteo Clementi
Daniele Giuliani
Gabriele Malarico
Gianni Tarli



Nei quadri di Danilo Buccella la protagonista è quasi sempre una
ragazza-bambina, in piedi o sdraiata, al centro di una stanza chiusa,
dall’aria terribilmente claustrofobia.
Con i suoi scatti Simone Bergantini crea un dialogo tra i contrasti e le
differenze facendo riflettere su ciò che, senza farcene accorgere ,
costituisce il nostro orizzonte visivo abituale.
In Matteo Clementi "La nudità neutralizzata si sospende nel vuoto della
superficie. La pelle degli sconosciuti ascolta i nostri sguardi. Le colature
piangono i mali di un mondo mai troppo lontano. Il colore si prepara al
sacrificio necessario. Dentro i quadri di Clementi non esistono più attimi
normali (nella loro normalità) ma solamente gesti assoluti (nella loro
normalità), unici nel fermarsi lungo il tempo anomalo del dipingere."
Daniele Giuliani opera sulla tela come fosse morbido velluto che trattiene
l’impronta restituisce i riflessi e nasconde i suoni.
Talarico racconta il tempo contemporaneo tramite una serie dichiare
metafore: solitudine, oscurità, negazione, doppia personalità. Nonostante ci
si mettano lo scatto fotografico, il computer e il pennello,i soggetti non
si concedono mai completamente all'occhio dell'artista. O meglio, si
concedono, ma non sono descrivibili, non possono essere svelati e
raccontati.
Le tele di Tarli sembrano una trama, uno schema sotteso, ma tutta la
profondità è in superficie e il profondo e l'apparente sono fusi insieme
nelle delicatezze di un discorso eminentemente pittorico che sembra fatto
delle leggerezze di un soffio di cipria"


Info:

0861 252795
339 2780866
339 4935925

Galleria Piziarte
Viale Crucioli 75/a
64100 Teramo
orari: da martedì a sabato 10/13 – 16/20
domenica e lunedì su appuntamento.

http://www.piziarte.net

info@piziarte.net  


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl