“Paesaggi di guerra”: Il Trentino alla fine della Prima Guerra Mondiale.

26/ott/2011 15.10.24 lucia86 Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

L'ultimo interessante appuntamento, a Trento, per visitare la mostra fotografica che ricostruisce un importante momento storico, la Prima Guerra Mondiale e le conseguenze che questa portò nel nostro Paese. Visitabile fino al 29 gennaio 2012.

 

Com'era il Trentino alla fine della Prima Guerra Mondiale? Quali le condizioni di strade, ponti e case? Quali gli interventi di ricostruzione?

La risposta arriva da “Paesaggi di Guerra”, un vero e proprio sguardo al passato, un excursus su una delle tappe storiche più importanti del Paese.

 

Il Progetto è coordinato dal Museo Storico italiano della Guerra di Rovereto, che, tra il 2010 e il 2011, ha permesso la realizzazione di dodici diverse mostre fotografiche in tutto il Trentino.

Le fotografie esposte hanno ricostruito lo scenario di macerie e di distruzione in cui si ritrovarono i trentini alla fine del 1918, ma anche la notevole forza di volontà mostrata dal 1919 in poi, per il processo di ricostruzione del Paese.

 

Si avvia ora la fase conclusiva del progetto, con l'allestimento dell'ultima mostra fotografica a Trento, nelle Gallerie di Piedicastello: una selezione delle foto proposte nelle dodici mostre precedenti, con l'aggiunta di altre immagini di archivio.

La mostra, inaugurata il 9 Settembre, resterà visitabile fino al 29 Gennaio 2012.

I temi protagonisti della mostra sono:

  • paese e città

  • la distruzione del sistema produttivo

  • i “villaggi di baracche” ed i primi interventi di ricostruzione

  • ponti e strade

  • il patrimonio storico ed artistico

  • il paesaggio modificato dalla guerra

  • cimiteri e ritualità.

 

Al centro del percorso espositivo è presente la videoinstallazione “Ritorni”, realizzata da Micol Colossal e prodotta dalla Fondazione Museo Storico del Trentino.

L'ingresso alla mostra è libero dal martedi alla domenica, dalle ore 9:00 alle ore 18:00.

 

Per gli appassionati di storia (e non) è un appuntamento davvero imperdibile.

La possibilità di conoscere meglio la storia del nostro Paese e l'opportunità di visitare la città di Trento: conciliare cultura e piacere, alla riscoperta di una regione, quella del Trentino, che offre continue iniziative e progetti interessanti, proprio come la mostra “Paesaggi di Guerra”.

 

Diverse le possibilità di alloggio. Una soluzione ideale per chi si recherà a Trento in occasione della Mostra, è offerta dal Grand Hotel Trento, un'elegante struttura situata nel cuore del centro storico della città.

L'Hotel dispone di ristorante, sala congressi e centro benessere, per soddisfare qualsiasi tipo di esigenza.

 

Per maggiori informazioni si può seguire il link http://www.grandhoteltrento.com/

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl