ACCENNI D'OMBRE / Adriana Rigonat e Rosalba Ruzzier al GAMeC CentroArteModerna di Pisa da Sabato 12 Novembre 2011 / ERRATA CORRIGE

05/nov/2011 15.52.39 GAMeC CentroArteModerna Pisa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

___________________________________________________________________________________________

ACCENNI D’OMBRE / Adriana Rigonat e Rosalba Ruzzier

Dal 12 al 23 Novembre  2011

a cura di Massimiliano Sbrana e Isabella Bembo

Inaugurazione: Sabato 12 Novembre 2011 ore 18,00

Patrocionio: Progetto DONNE IN ARTE, Provincia di Pisa, Comune di Pisa

Artista presente :  Adriana Rigonat e Rosalba Ruzzier

Sede : CentroArteModerna - Lungarno Mediceo,26 Pisa - www.centroartemoderna.com - tel. 050542630

___________________________________________________________________________________________

ACCENNI D’OMBRE / Adriana Rigonat e Rosalba Ruzzier

 
Si inaugura Sabato 12 Novembre  2011 alle ore 18,00  presso gli spazi espositivi della Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea CentroArteModerna di Pisa, a cura di Massimiliano Sbrana e Isabella Bembo,  sul Lungarno Mediceo al n.26 (Pisa), inserita nel Progetto "DONNE IN ARTE" con il patrocinio della Provincia di Pisa e del Comune di Pisa, la mostra "ACCENNI D’OMBRE" delle note artiste triestine Adriana Rigonat e Rosalba Ruzzier".

" ... Anche nella più felice delle favole un’ombra aleggia sempre sullo sfondo… Nell’eccezionalità del nostro quotidiano mille nuvole grigie passano infinite volte ad oscurare il cielo... " Sono parole, sguardi, sensazioni, emozioni, esperienze, ricordi che proiettano lungo i nostri giorni ombre più o meno spesse, più o meno nere. Più forte brilla il sole più intensa sarà l’ombra proiettata sulla parete, più facile per noi vederla, più facile per noi rischiararla. Ma vi sono ombre fluide, annacquate in infiniti toni di grigio che per i più spesso sono appena percettibili e solo per pochi rimangono tracce leggibili di ricordi e pensieri.
Il tempo gioca a loro favore assottigliandole fino a farle quasi scomparire .  Non sono tagli netti senza sbavature, forme distinte chiaramente percettibili, sono tracce di figure, di parole, di numeri, di colori che sembrano sparsi e incoerenti senza ordine apparente. Adriana Rigonat e Rosalba Ruzzier, ognuna con la propria espressività, creano all’occasione di questa mostra comune un dialogo tra queste ombre leggere, smorzate, evanescenti. Le raccolgono per noi tra le nostre storie i nostri pensieri e una vicino all’altra ci narrano queste nuove storie, dove s’intrecciano gli accenti di tante piccole  zone senza  luce che il caso, la coincidenza, il fato o il credo ha riportato in superficie come foglie lungo un fiume. Un’alchimia dell’invisibile si esprime in segni tracciati su un foglio, piccoli segni per noi riconoscibili, ma solo nell’unità del dipinto resi nuovamente leggibili. Quadro dopo quadro la narrazione s’intreccia in un rincorrersi di ricordi che ripercorrono le tappe della vita e della storia. Vi è questo buio, questo dolore, quest’ombra sullo fondo che fanno capolino tra il susseguirsi dei giorni e che all’improvviso vengono nuovamente rischiarati, restaurati come i colori spenti di un dipinto antico, riportati in superficie con uno slancio semplice che la Vita porta intrinsecamente in sè.
 
ROSALBA RUZZIER, nata a Ronchi dei Legionari, in provincia di Gorizia, opera a Trieste. Dopo aver frequentato diverse scuole, tra le quali la Scuola Internazionale di Grafica di Venezia, inizia a esporre nel 1983. Sue opere sono state esposte al salone degli Artisti Indipendanti, Grand Palais, Parigi, 2008 e sono presenti in numerose collezioni private in Austria, Australia, Croazia, Slovenia, Francia, Stati Uniti d’America.
I lavori presentati costituiscono una rassegna d’opere realizzate con pastelli ad olio e acrilici su carta incollata su tela. Accenni di un passato personale si amplificano per raccontare, in un susseguirsi di elementi ritrovati, l’espressione di un dolore universale, legato alla guerra, alle incomprensioni, alle difficoltà, ai legami spezzati. Utilizzando numeri, lettere, linee inizia a raccontare eventi che, immutati, si ripetono all’infinito e che ancora oggi continuano. Il suo narrare rimane volutamente frammentato per permetterci di fermarci a pensare e rileggere la storia con un possibile lieto fine.

 
ADRIANA RIGONAT, nata a Trieste, dove lavora inizia, a esprimersi pittoricamente nel 1999 dopo aver  frequentato i corsi di importanti Maestri. Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia, in Austria, in Slovenia. 
Le opere presentate sono parte di un ciclo realizzato con tecnica mista su supporto cartaceo. La tematica predominante è legata al ricordo dell’infanzia, tappa iniziale e fondamentale della vita, di cui traspaiono, in controluce, figure, alberi, animali, ombre,  che con la loro semplice essenzialità connotano ben l’universo infantile ma divengono anche, quasi in uno specchio d’Alice, le chiavi di lettura di tutto quel mondo nascosto e inconscio che popola sogni, dubbi di una nostra memoria troppo spesso volutamente dimenticata e che qui ritrovano voce.

 
Altre informazioni sul sito: www.Centroartemoderna.com/programma.html  . Per appuntamenti tel/fax 050542630 o email:mostre@centroartemoderna.com

La mostra proseguirà fino al 23 Novembre   2011. (ingresso libero). Orari: 10-12,30/16,00-19,00 (feriali); Domenica 13 Novembre 2011 17,00-19,30 (festivi telefonare) ;  chiuso lunedì mattina.

___________________________________________________________________________________________

Ufficio stampa:
Massimiliano Sbrana
mobile +39 3393961536
e-mail mostre@centroartemoderna.com

Si autorizza la pubblicare testi e immagini relativi alla mostra IN OGGETTO. Si dichiara che per le immagini e per i testi contenuti nel predetto comunicato non esistono  VINCOLI SIAE NE' VINCOLI DI ALCUN TIPO. -
___________________________________________________________________________________________

In ottemperanza alla Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196  "Codice in materia di protezione dei dati personali", art. 13 si dichiara che i dati raccolti, verranno trattati per il solo scopo di invio mail promozionali (altre info sono reperibili sul sito www.CentroArteModerna.com ). Secondo quanto previsto dal DLs, è possibile modificare o cancellare i dati in qualsiasi momento in modo del tutto gratuito e autonomo.
Una  non risposta, invece, varrà come consenso alla spedizione dei nostri inviti.
Se non hai richiesto questa email, ce ne scusiamo.

Per contattare il titolare della newsletter

<info@CentroArteModerna.com>

Questa newsletter ha un indirizzo fisico che puoi usare contro eventuali abusi

                   GAMeC CentroArteModerna
                           Dal 1976 a Pisa
              Lungarno Mediceo,26 - 56127 Pisa
                    Tel/Fax +39 050542630
                 MobilePhone +39 3393961536

                             OnLine Video
        < http://www.youtube/CentroArteModerna >

                           OnLine Art Gallery
         < http//www.CentroArteModerna.com >

                            OnLine ART.Shop
       < http//www.CentroArteModerna.com/shop >

           Copyright 1976 - 2009 CentroArteModerna

___________________________________________________________________________________________

Before printing, think about ENVIRONMENTAL responsibility
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl