Mercoledì 16 Novembre al MetroKubo: mostra "C'era una volta ... la mia famiglia fantasma"

Mercoledì 16 Novembre al MetroKubo: mostra "C'era una volta ... la mia famiglia fantasma".

Persone Margherita Bottino, Francesco Bilotta, Lucia Stano Prodotto, Nadia Dalle Vedove, Riccardo
Luoghi Italia, Trieste, comune di Trieste
Organizzazioni Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica Trieste, Associazione Genitori Omosessuali, Associazione Famiglie Arcobaleno, Associazione Culturale Daydreaming Project, Rai Tre
Argomenti spettacolo, cinema, arte, eventi televisivi

12/nov/2011 16.03.40 daydreaming magazine Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
mercoledì 16 novembre presso il MetroKubo di via dei Capitelli 6563/b (vicino all'Arco di Riccardo) alle ore 18.00 inaugurazione della mostra
 
C'era una volta ... la mia famiglia fantasm
Disegni realizzati dai figli delle famiglie omogenitoriali italiane.
 
In tutto il mondo esistono famiglie con genitori dello stesso sesso, sono le famiglie omogenitoriali. Anche in Italia - nonostante le affermazioni di alcuni politici - esistono e le possiamo incontrare tutti i giorni dal panettiere, dal pediatra o a scuola.
I bambini nati e cresciuti in queste famiglie hanno disegnato la mamma e l’altra mamma, il papà e l’altro papà, insomma, le loro famiglie.
Questa mostra è un racconto diretto e onesto di questa semplice realtà.


Orari di apertura della mostra: da mercoledì a sabato dalle 17 alle 19:30
Dal giorno 16 al 30 novembre 2011


A cura dell’Associazione Culturale Daydreaming Project e dello Studio Fåröfilm, in collaborazione con Famiglie Arcobaleno - Associazione Genitori Omosessuali.
====================================
A seguire alle ore 21.00 presso il Cinema Ariston di Trieste proiezione del documentario
 
IL LUPO IN CALZONCINI CORTI
di Nadia Dalle Vedove e Lucia Stano
 
Prodotto anche grazie al sostegno del suo pubblico, IL LUPO IN CALZONCINI CORTI vola ora dal piccolo al grande schermo. Dopo aver raggiunto il palinsesto di Rai Tre per ben due volte, il primo documentario a dare la parola ai figli degli omosessuali italiani inizia il suo tour nazionale da Trieste.
Due coppie omosessuali e i loro bambini si raccontano in un film che li ha seguiti nelle loro vite per due anni per lasciare al potere della realtà l'ultima parola.

Organizzato da Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica Trieste e Studio Fåröfilm

A seguire incontro con il pubblico.

Presenti in sala le registe Nadia Delle Vedove e Lucia Stano, Francesco Bilotta (docente di diritto privato, avvocato, socio di Avvocatura per i diritti LGBT - Rete Lenford), Margherita Bottino (Psicologa, autrice di pubblicazioni sull'orientamento sessuale e l'omogenitorialità), un rappresentante dell’Associazione Famiglie Arcobaleno.

Con il patrocinio della Provincia e del Comune di Trieste
 
Se vuoi essere cancellato da questa mailing list invia una mail con oggetto CANCELLAMI
    blog comments powered by Disqus
    Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl