Le interviste di GenomART 2006

12/gen/2006 08.16.04 GenomART Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

NOTA BENE: Le istruzioni per la rimozione dalla mailing news sono in calce a questo messaggio.

 

Le interviste di GenomART 2006

 

Dores e Maria Rosaria Sacquegna - Primo Piano LivingGallery

Lecce, 12 Gennaio 2006

 

"Primo Piano LivingGallery: Lecce ha la sua casa per l’arte contemporanea"

 

Intervista con Dores Sacquegna*
Curatrice di Primo Piano LivingGallery di Lecce

 

Si amplia l’offerta culturale nel Salento. Ma noi diciamo in Italia. La Galleria Primo Piano LivingGallery, nata da una brillante idea delle sorelle Sacquegna, è l’unico contenitore d’arte contemporanea a Lecce aperto a nuove espressioni e tendenze dell’arte. Un contenitore aperto alle idee di frontiera ed alla sperimentazione di nuove forme ed espressioni. Legata in particolare all’uso delle tecnologie. Luogo di incontro, di studio e di promozione di giovani artisti. Valido esempio di come si possa progettare, e bene, l’arte anche fuori dai “tradizionali” circuiti che contano.

 

Ne discutiamo con Dores Sacquegna, curatrice di numerose mostre a livello nazionale. Vissuta per anni a Roma, dove apprende la conoscenza del gestire l’arte, nel 2004 ritorna nella sua città, Lecce, per investire le proprie potenzialità nella sua città e fonda con la sorella l’open space per l’arte contemporanea “Primo Piano LivingGallery“.
 

Primo Piano LivingGallery - Palazzo RubichiGenomART - Primo Piano LivingGallery è un progetto voluto e gestito da due donne (anche sorelle!). Ancora una sfida per dimostrare qualcosa?
 

SACQUEGNA - Inizialmente è nata come una sfida più che altro con il territorio (Lecce) in quanto è carente di gallerie d’arte contemporanea, aperte alla giovane arte; col tempo è stata la nostra passione per l’arte ci portiamo dietro da sempre a creare qualcosa per noi stesse ma anche per artisti di cui amiamo il lavoro. Da poco invece, si è inserito nostro fratello, Riccardo, che è più piccolo, ma che come noi ama il lavoro indipendente. Rose è la gallerista, io la curatrice e lui si occupa dell’allestimento e delle tecnologie audio e video nelle quali è specializzato.
 
G -
Perché, in Italia, la "gestione" dell’arte è soprattutto al “maschile”?
 

DS - Forse perché generalmente le donne non si espongono in prima persona. Ma credo che stia cambiando qualcosa…
 
Primo Piano LivingGalleryG - Primo Piano LivingGallery si definisce soprattutto un contenitore di idee aperto alla futura esplorazione, alla contaminazione di linguaggi espressivi. Nel senso che…
 

DS - Nel senso che siamo aperti ad artisti che operano con diverse modalità espressive, l’importante che siano all’altezza dei nostri obiettivi e che ci sia stima del lavoro reciproco.
 
G -
Vi interessate di arte digitale? Se si, in che modo?
 

DS - Si, operiamo con alcuni artisti che lavorano anche con il digitale come ad es. Luisa Raffaelli, Magda Milano, Fosca, Luigi Caiffa, Richard Journo, Massimo Festi ed altri.
 
G -
Proporre arte vuol dire anche educare all’arte. Atelier è il vostro progetto per così dire formativo ed informativo. Da dove nasce l’idea e perché?
 

DS - L'idea nasce da me, in quanto mi sono specializzata per circa 12 anni nel campo della calcografia, xilografia e litografia. Gestisco un Atelier, nel quale tengo lezioni sia per studenti che vogliono specializzarsi in questo campo, sia per periti e collezionisti che puntano a saperne un po’ di più sulle stampe d’arte.
 

G - Il tipo di arte che proponete?
 

DS - In linea di massima operiamo con la fotografia, sia con pezzi unici ed esclusivi come quelli di Massimo Attardi o di Gabriela Morawetz, ma anche con esemplari a tiratura limitata (Lucia Leuci, Luigi Caiffa, Francesco Arena (Genova), ecc.) inoltre, trattiamo opere di pittura (nuova figurazione), video arte, installazioni, mix media e digital art.


Primo Piano LivingGalleryG - La Galleria nel 2004 a Lecce. Una delle più belle città del Sud. E non solo. Vantaggi e svantaggi nel diffondere arte contemporanea fuori dai consueti circuiti nazionali: Roma, Torino, Milano, Bologna…
 

DS - Il vantaggio è senz’altro di essere l’unico contenitore di linea giovane nel territorio, senza concorrenza alcuna per via di alcuni artisti che sono di nostro riferimento. I collezionisti hanno l’opportunità di acquistare opere di artisti affermati ma anche giovani senza dover andare lontano. La nostra politica è quella di dare spazio anche a coloro che vogliono avvicinarsi all’arte, studenti e professori, vengono a fare lezione dal vivo in galleria.
Lo svantaggio, se così si può chiamare è che nella città di Lecce, ancora non ci sono strutture museali di arte contemporanea, e non esiste un buon mercato di arte giovane a parte il nostro e di alcune sporadiche gallerie disseminate nella regione.
 
G -
In Campania sono nati in poco tempo diverse strutture mussali dedicati all’arte contemporanea. E’ un territorio in fermento da questo punto di vista. In Puglia?
 

DS - In Puglia, considerando la vastità della regione, non ci sono strutture vere e proprie per l’arte contemporanea. Ci sono strutture nelle quali si organizzano di tanto in tanto delle mostre temporanee, anche di ottimo livello.
 
G -
Primo Piano LivingGallery è una struttura aperta al territorio tanto da…?
 

DS - Cerchiamo nel nostro piccolo di dare un contributo alla città con quello che proponiamo. spesso coinvolgiamo politica, imprenditoria per dare supporto ai nostri progetti e ai giovani artisti con i quali collaboriamo. Ma non è sempre facile.
 
Primo Piano LivingGalleryG - I prossimi progetti della Galleria?
 

DS - Abbiamo chiuso il 2005 con un evento straordinario: in anteprima nazionale l’artista polacca, ma residente a Parigi Gabriela Morawetz, opera con la fotografia, ma è un lavoro straordinario che unisce la fotografia all’installazione.
Interessanti anche i supporti, tela, poliestere, cristallo. Sono dei pezzi unici. Evento nell’evento, l’artista è stata accompagnata dal marito, il famoso artista venezuelano Pancho Quilici. Stiamo riproponendo Massimo Attardi, giovane artista romano, molto bravo anche lui. Insomma, un fine anno sempre all’insegna dell’Arte. Per il 2006 stiamo ultimando il calendario che assicuro avrà molte sorprese…
 

-----

Dores Sacquegna* - Nasce a Lecce nel 1970. Dopo la Maturità artistica del Liceo artistico frequenta l’Accademia di Belle Arti di Lecce e sostiene la tesi di laurea nel 1993 sull’ incisione calcografica:” L’iconografia popolare delle stampe dei Remondini di Bassano del Grappa”.
Nell’ottobre dello stesso anno si trasferisce a Roma, città nella quale soggiorna per dieci anni.
Dal 1993/94 frequenta l’Associazione Internazionale Incisori, allieva di Luce Dehove, Rina Riva, Amy Worten, Nicola Sene.
Dal 1994 al 1998 insegna tecniche dell’incisione presso uno studio d’arte privato a Roma e cura alcune manifestazioni artistiche in Italia e all’estero.
Nell’estate del 1995 ottiene la prima borsa di studio promossa dal Ministero degli Affari Esteri nel campo dell’incisione calcografica e per la litografia per frequentare uno stage formativo al Circolo europeo per la Propagazione delle Arti nel Granducato di Lussemburgo, allieva di Marta Klonowska e Ondrej Michalek.
Nell’aprile del 1997 sino a giugno dello stesso anno, ottiene una seconda borsa di studio (come sopra) nel campo della litografia e dell’illustrazione per frequentare uno stage formativo presso l’Accademia di Belle Arti di Praga, allieva di Jiri Salamoun e Mikulas Axmaan.

 

Info

-----

Primo Piano LivingGallery

Viale G. Marconi, 4

73100 Lecce

tel. e fax 0832 304014

info@primopianogallery.com

www.primopianogallery.com

Se hai una opinione in merito ai contenuti di questa intervista inviacela a:

info@genomart.org corredata di nome, cognome e qualifica dell'autore del commento.

In breve provvederemo a pubblicarla sul nostro portale.

 

GenomART snc - www.genomart.org ®2001/2006 - Il portale della arte digitale - Tutti i diritti riservati

Via Domenico Scaramella 15/bis - 84123 Salerno

Tel. 089 2583074 - Fax 178 2706433 GSM 335 5247859 - info@genomart.org - www.genomart.org

 

NOTA BENE: il tuo indirizzo di posta elettronica proviene dall'elenco dei nostri amici simpatizzanti, oppure è stato recuperato nel web da liste che lo hanno reso pubblico, o recuperato da email inviate da amici che abbiamo in comune o ricavato direttamente dal nostro servizio di iscrizioni alla mailing news.

Se non desideri ricevere più le nostre news, inviaci una email con Oggetto: CANCELLAMI all'indirizzo info@genomart.org

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl