28 Dicembre / COSA DANZA IN PENTOLA? / Cavallerizza Reale / Fondazione Egri

I PUNTI DANZA - edizione autunno 2011 "COSA DANZA IN PENTOLA?" Compagnia EgriBiancoDanza Diretta da Susanna Egri condirettore Raphael Bianco Mercoledi 28 dicembre 2011, ore 21 Cavallerizza Reale, Torino Si conclude la rassegna autunnale de I PUNTI DANZA 2011, della Fondazione Egri, con uno spettacolo, già presentato a Torino, e in molte città d'Italia e d'Europa, ma sempre molto acclamato dal pubblico: "Cosa danza in pentola?" di Raphael Bianco per la Compagnia EgriBiancoDanza.

Persone Paola Varallo, Bruno Gambarotta Durata, Enzo GALIA Interpreti, Ivano COVIELLO Costumi, Lucia ZANDRINO Musiche, Ivan BERT Scene, Bruno Gamabarotta, Raphael Bianco, Raphael BIANCO Consulenza, Susanna EGRI Testi, Giuseppe Verdi, San Paolo
Luoghi Italia, Europa, Torino, Piemonte, Bruxelles
Organizzazioni Comitato 150, Fondazione CRT, Fondazione Egri, Ministero dei beni culturali
Argomenti spettacolo, gastronomia, balletto-danza, musica

22/dic/2011 11.09.12 PAOLA VARALLO PRESS AGENCY Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I PUNTI DANZA - edizione autunno 2011

“COSA DANZA IN PENTOLA?”

Compagnia EgriBiancoDanza

Diretta da Susanna Egri condirettore Raphael Bianco

Mercoledi 28 dicembre 2011, ore 21

Cavallerizza Reale, Torino

 

Si conclude la rassegna autunnale de I PUNTI DANZA 2011, della Fondazione Egri, con uno spettacolo, già presentato a Torino, e  in molte  città d’Italia e d’Europa,  ma sempre molto acclamato dal pubblico: “Cosa danza in pentola?”  di Raphael Bianco per la Compagnia EgriBiancoDanza. Dopo il grande successo della Serata Ungherese, la Cavallerizza Reale, in via Verdi 9, si appresta a ricevere il pubblico torinese e non solo, per questo balletto con cui il coreografo Bianco ha voluto  celebrare l’Unità d’Italia senza scomodare eroi o fasti reali, ma partendo dalle radici, dalla terra coltivata e vissuta dal popolo eterogeneo che, nell’Italia unita, andava riconoscendosi. Attraverso uno spregiudicato viaggio gastronomico alla scoperta di ricette antiche e recenti, vengono presentati caratteri e società italiane differenti, attraverso il cibo di ogni cultura. Piatti che oggi appartengono alla più rinomata cucina italiana, provengono spesso da tradizioni contadine radicati in una società lontana, da molti sconosciuta. Proprio in queste radici si snoda un percorso burlesco e a volte amaro sulla nascita e il destino di una nazione relativamente giovane, ancora lacerata da conflitti e contraddizioni, che tuttavia nella diversità culturale e gastronomica trova una delle massime espressioni dello spirito italiano. Strutturato in 12 “portate”, introdotte ciascuna da uno speciale presentatore, BRUNO GAMABAROTTA,  si susseguono le scene affidate ai 10 danzatori, a volte in gruppi contrastanti (riso contro polenta) a volte compatti (l’immancabile pizza), ma anche in duetti e trii, spesso con esiti esilaranti, come il “vitello tonnato”, dove si assiste al risicato connubio nord e sud, fra l’aristocratica vitellina piemontese e l’irruente tonno siciliano. Non mancano accenni a circostanze storiche e sociali che hanno connotato questo Paese nel corso dei 150 anni in cui ha preso forma, ma sempre evocati con tocco leggero, dove lo humour prende il sopravvento sul drammatico. Le musiche di Verdi, sorprendentemente “spiritose”, si alternano con canti popolari di varie regioni,assemblati da Ivan Bert, mentre i testi di Lucia Zandrino conducono la linea gastronomica dell’operazione, con le scene di Ivano Coviello e i costumi della Sartoria Teatrale.

“Cosa Danza in Pentola?” è uno spettacolo nel complesso “leggero” ma non privo di momenti di riflessione, aperto ed accessibile ad un vasto ed eterogeneo pubblico, ricalcando l’idea di uno spettacolo totale, dove il messaggio e la coreografia non sono mai disgiunti dalla fruibilità e accessibilità per il più ampio pubblico”

“COSA DANZA IN PENTOLA?” ha debuttato nell’autunno 2010, sempre nell’ambito de l Punti Danza ed è poi approdato a Bruxelles, dietro l’invito dell’Istituto Italiano di Cultura al Teatro Saint Michel, dove ha trovato subito il consenso della critica e del pubblico. "Cosa danza in pentola?"  continuerà nel 2012 il suo tour per l’Italia e  l’Europa.

“Cosa danza in pentola?” è presentato grazie al sostegno del Ministero dei Beni Culturali, della Regione Piemonte, della Fondazione CRT e della Compagnia di San Paolo ed ha ottenuto il patrocinio del Comitato 150.

 

“COSA DANZA IN PENTOLA?”

Compagnia EgriBiancoDanza

Ideazione e Coreografia: Raphael BIANCO

Consulenza drammaturgica: Susanna EGRI

Testi:Lucia ZANDRINO

Musiche:Giuseppe VERDI, musiche popolari italiane, Ivan BERT

Scene:Ivano COVIELLO

Costumi:Sartoria Teatrale

Disegno Luci: Enzo GALIA

Interpreti: 10 danzatori + 1 attore Bruno Gambarotta

Durata: 75’

INFORMAZIONI

Biglietti: interi 15 euro, ridotti 12 euro

Per prenotazioni: 366 4308040, info@egridanza.com

www.egridanza.com

PAOLA VARALLO PRESS AGENGY 3470883394 paolavarallo@gmail.com


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl