Top 10

Angelo Cassia, Angelo Cortese,Sebastiano Italia, Vittorio Lucca, Giovanni

Allegati

30/gen/2006 10.45.13 Galleria Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

CON CORTESE PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE E DIFFUSIONE

Associazione Nuova
Galleria Roma

via
Maestranza 110
96100 Siracusa 

www.galleriaroma.it
corradobrancato@hotmail.com

 

 

COMUNICATO STAMPA 

 

    

 

Oggetto: Mostra Collettiva di : Angelo Cassia, Angelo Cortese,Sebastiano Italia, Vittorio Lucca, Giovanni Migliara, Salvo Monica, Oreste Puzzo, Gaetano Tranchino
 
Titolo:Top 10

A Cura:
 Paolo Bonaiuto

Luogo: via Maestranza 110    96100 Siracusa
Data:  4/14 febbraio 2006
Inaugurazione:
  4 febbraio  2006  ore 18,00
Organizzazione e
Direzione Artistica: Corrado Brancato
Orario di apertura: 17/ 20,30
Ingresso Libero
 

 

 

 

 

evento
" Top 10"
mostra collettiva

 

 

 

 

   Sabato 4 Febbraio alle ore 18 presso la Galleria Roma -Via Maestranza 110, presentazione, da parte del poeta Corrado Di  Pietro, del libro TOP 10 Artisti Siracusani Viventi del primo Novecento,ultrasessantacinquenni (ante 1940), residenti nella Provincia  di Siracusa, (Angelo Cassia, Angelo Cortese, Nuccio Italia, Vittorio Lucca, Giovanni Migliara, Salvo Monica, Oreste Puzzo, Gaetano Tranchino, Albino Trigilio, Turi Volanti ), a cura di Paolo Bonaiuto. Questo libro è il frutto di una accurata e dettagliata ricerca che Paolo Bonaiuto, collezionista ed estimatore dell'arte a Siracusa e provincia, ha svolto nell'arco di  circa sette anni, ricerca che spesso è sfociata in pubblicazioni su quotidiani e riviste d'arte.

Sempre Sabato 4 Febbraio, sarà inaugurata la Mostra Collettiva di dipinti e sculture, degli artisti selezionati da Paolo Bonaiuto

      Angelo Cassia
      Cassia è soprattutto un pittore di severa
formazione,schivo,tenacemente attaccato alla sua Siracusa,dove ha trovato la sua perenne ispirazione ; grazie ad un cromatismo intessuto dei colori caldi di Sicilia (prevalenza di blu e verde) ha rappresentato al meglio la sua Siracusa,con i suoi santi e paladini in armi,dinamici cavalli e scattanti cavalieri,i volti terragni dei pescatori e dei calafatari,i solari paesaggi mediterranei,le nature morte.
       Angelo Cortese
      Pittore intellettuale, colto, esperto graveur-imprimeur, ha fatto parte del Gruppo Jonico ('84) con Italia, Tantillo e Sciacca, con i quali ha iniziato un lungo approfondimento della tecnica dell'incisione alla ricerca di un segno organizzato, magari dal polimorfo aspetto Kleeiano, per poi passare (anni '90) ad una pittura citazionista ed ultimamente ad una pittura evocativa,di memoria .
       Sebastiano Italia
        Italia è un cultore dell'incisione in bianco e nero,sostiene infatti che <il colore nella grafica è ruffiano>. Nanà Sciascia, l'amateur
d'èstampes per antonomasia, di sicuro Lo avrebbe annoverato fra i pochi continuatori di un gusto grafico di evidente impronta mediterranea .
       Vittorio Lucca
        Lucca, da rabdomante ispirato, sa tradurre nel suo fare artistico di pittore ed incisore la sua insaziabile onnivoracità di sapere e di sperimentare, estendendo il suo impegno al paesaggio en plein air,alla natura morta,all'arte sacra,alla Sua Ortigia con composizioni,tagli e scelte cromatiche decisamente mediterranee : è padrone di un proprio personale chiaro linguaggio formale, ben riconoscibile per la sensibilissima qualità evocatrice di poesia !
       Giovanni Migliara
      E' stato uno "scultore pioniere" (anni '60),ha recuperato gli scarti più disparati, come i ferri ed i legni non più utilizzati(Ulivo,carrubo,noce,rovere,tiglio,quercia,frassino,abete,faggio),assemblandoli ed abbinandoli con la plastica,il gesso, l'argilla, la pietra lavica,la pietra arenaria dura,ingranaggi,tubi e rifiuti industriali. Noi,da sottili chiosatori d'arte,Lo riteniamo il fulcro agitatore dell'avanguardismo aretuseo !
       Salvo Monica
       Artista instancabile, è l'unico degli artisti siracusani viventi ad aver partecipato sia alla Quadriennale (Roma,'56,'60) sia alla Biennale (Venezia,'59) .Il suo è stato un continuo scolpire col niente, un continuo perseguire,nel suo mondo poetico, il principio di unità tra spazio,materia e forma. Il  colore è assente, perchè Lui è inevitabilmente Scultore, divino nella scultura .
       Oreste Puzzo
       La pittura di Puzzo è poesia ermetica di cose quotidiane; elementi  ricorrenti sono vassoi, lumi, lanterne, vasi, fiori, bottiglie, sedie, colombe ,gattini, melograni, l'uva, l'agave, l'albero divelto.Disegnatore vigoroso ed incisore d'èlite da sempre,dipinge, avec
nonchalance, per un puro piacere, scoperto nell'età giovanile e mai abbandonato per 70 anni,da coltivare però in silenzio,alla sola presenza  silenziosa del colore : è un artista, per naturale ritrosia, appartato, schivo ed estraneo alle mode correnti!
       Gaetano Tranchino
       La Nave,i vascelli,le fregate sono, negli anni Ottanta,i simboli ricorrenti nelle sue tele fosche, umbratili, lunari, pervasi di luce su
distese  marine da percorrersi "à huis clos",  mentre invece,negli anni Novanta, una presenza costante della sua imagerie  e della sua <recerche siciliana> è la figura dell'Uomo-Ulisse, che tiene in mano un libro :in questa problematica, di natura schiettamente metafisica,meglio ancora ontologica, si colloca l'arte di Tranchino

 

Questa mail circolare, inviata in Ccn è filtrata in entrata e uscita con antivirus. News a solo scopo informativo riguardanti eventi culturali, non contengono pubblicità né promozione di tipo commerciale. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni La preghiamo di comunicarlo allo scrivente inviando una mail in risposta con CANCELLA in oggetto.

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl