Comunicato stampa Mostra Vertecchi- Nel segno dell'Incisione

Roma, la mostra Nel segno dell'Incisione.

08/feb/2006 10.44.46 Floriana Tondinelli Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

Comunicato stampa

Quattro Scuole dell’Accademia di Belle Arti di Roma

 

Nel segno dell’Incisione, 11 febbraio- 2 marzo 2006

Identità della pittura,  4-23 marzo 2006

Il linguaggio della decorazione, 25 marzo- 13 aprile 2006

De Pictura, 15 aprile- 4 maggio 2006

Prove d’autore, 6-27 maggio 2006

Nel segno dell’Incisione. La tecnica come pretesto di espressione artistica

a cura di Prof. Aristea Kritsotaki

 

Sede: Vertecchi per l’Arte

Indirizzo: Punto Vendita Vertecchi in Via Pietro da Cortona, 18 - 00196 Roma

Tel: 06 3322821

Durata: 11 febbraio- 2 marzo 2006

Orario: dal lunedì al sabato dalle ore 09.30 alle ore 19.30

 

L’azienda Vertecchi presenta in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Roma dall’11 febbraio al 2 marzo 2006 nell’ambito del progetto Quattro Scuole dell’Accademia di Belle Arti di Roma, la mostra Nel segno dell’Incisione. La tecnica come pretesto di espressione artistica, a cura di Prof. Aristea Kritsotaki, attraverso l'esposizione delle opere realizzate dagli studenti.

«Ho sempre cercato di dare agli studenti dei consigli che avessero valore di premessa e di chiarificazione rispetto a ciò che mi appassiona da una vita e che mi tiene compagnia. Soprattutto per quanto riguarda il modo di lavorare quello che comunemente si chiama metodo, lasciando lontano da me linguaggi e gusti. Cerco ogni volta di convincere questi giovani a guardarsi nel profondo per cercare quel mondo che è in ciascuno inesauribile ed insuperabile. [….] L’analisi di ogni punto e di ogni segno ha la sua importanza se vista nell’insieme, al fine di arrivare ad un segno trasmettitore di concetti. Per molti giovani, il mezzo incisorio è diventato un  modo-forse l’unico- cui affidare il proprio mondo poetico per un’originale ricerca creativa. [….] Il nostro mondo artistico è comunque profondamente diverso, al momento della creazione di un’incisione, da una pittura o da un disegno, sia perché è tutto visto alla rovescia, sia perché c’è di mezzo sempre e comunque il tempo, che si frappone come tramite diretto tra la lavorazione e il momento magico della stampa. La tecnica non deve diventare mai virtuosismo, né il talento, contrapponendosi  alla nozione di gusto, risolversi in una meticolosa esecuzione. L’importanza del talento non deve mai ridursi in un’abilità tecnico-manuale, spesso luogo comune di questa difficile disciplina, ma deve sapere da essa uscire, per permettere mediante questa tecnica, la creazione di un’opera d’arte. Fatte queste considerazioni, ogni studente deve essere lasciato libero di esprimere se stesso al meglio, scegliendo la tecnica che più si avvicina alla sua personalità, trasformandola in pretesto della sua espressione artistica. [….] Esempi di grandi incisori, come Rembrandt, Dürer, Piranesi, devono essere esplorati e capiti dagli studenti, ma non riproposti come modelli di imitazione… per poter volare liberi» (Aristea Kritsotaki).

Ufficio stampa: Floriana Tondinelli · Tel/fax 064744300 · e-mail:florianatondinelli@tiscali.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl