Comunicato Stampa

19/mar/2012 13.40.59 kaleidos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

uovo della collettività.jpg






Comunicato Stampa

L’Arte collaborativa di Anna Seccia per i 150 anni dell’unità d’Italia

17 marzo - 15 aprile 2012



Sabato 17 marzo 2012 alle ore 11,30 presso l’Aurum di Pescara alla presenza delle massime autorità civili e religiose della città è stata inaugurata la coloratissima installazione pittoscultorea di m. 2,80 x m.280, dal titolo”L’uovo della collettività” composta da quattro parti singolarmente autonome e unite contemporaneamente, realizzata dall’artista Anna Seccia con il coinvolgimento degli studenti del Liceo Artistico Bellisario Misticoni di Pescara. Essa resterà esposta nella Sala Michetta fino al 15 aprile.

L’Opera, ideata dall’Artista per i 150 anni dell’Unità d’Italia, ben rappresenta il concetto dell’ “l’articolo 12 della nostra costituzione”.


Il 4 novembre 2001 il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi celebra il 140° anniversario dell' unità nazionale a San Martino della Battaglia, con le seguenti parole: "Adoperiamoci perchè in ogni famiglia, in ogni casa, ci sia un tricolore a testimoniare i sentimenti che ci uniscono fin dai giorni del glorioso Risorgimento.

Il tricolore non è una semplice insegna di Stato, è un vessillo di libertà conquistata da un popolo che si riconosce unito, che trova la sua identità nei principi di fratellanza, di eguaglianza, di giustizia. Nei valori della propria storia e civiltà”.

La bandiera italiana è nata nel 1794, quando due giovani studenti di Bologna, Giovanni Battista De Rolandis e Luigi Zamboni, si posero a capo di una sommossa contro il potere assolutista che governava la città da quasi 200 anni. I due presero come distintivo la coccarda della rivoluzione parigina, ma, decisero di modifiare  l'azzurro con il verde. Il significato allegorico è rimasto comunque lo stesso: un Tricolore come meta di un popolo che aspira ad ideali quali Giustizia, Uguaglianza, Fratellanza, tre obiettivi senza i quali non ci può essere Dignità, Democrazia, Prosperità.

Il nostro Tricolore riassume i naturali "Diritti dell'Uomo", i desideri di tutto il popolo, la volontà di chi crede nella propria nazione e la vede proiettata al progresso, con leggi giuste, senza divisioni interne, con gli stessi doveri e identici privilegi per tutti. Un paese dove l'etica e la morale siano un modello invariabile per un'esistenza felice e serena. Questo è il messaggio scritto nella nostra bandiera, e questo è quanto speravano quei due studenti che l'hanno concepita e difesa a costo della loro stessa vita. 

La nostra nazione è nata dall’unione di più popolazioni e dalla condivisione dell’ideale di patria, intendendo la condivisione come il massimo arricchimento possibile nella vita di un individuo e di una Nazione ed è questa l'idea cardine alla base dell'opera ‘L’uovo della creatività collettiva’ realizzata dall’artista Anna Seccia, con la collaborazione degli studenti del Liceo artistico “Bellisario-Misticoni” di Pescara, coinvolti dall'artista per permettere loro di interpretare il significato vero e  profondo della sua opera attraverso la libera creatività e la collaborazione.

L'opera di Anna Seccia inaugurata il 17 marzo è un’installazione complessa composta da quattro parti (singolarmente autonome) e da più di 1000 uova dipinte a mano, gli elementi che la compongono rappresentano il tema della Creazione, della Rinascita e dell’Unità, temi portanti e basilari per la ricorrenza del centocinquantenario dell'unità d'Italia.

L’installazione si concretizza da una parte nell’uso di un elemento altamente simbolico come l’uovo, e dall’altra nell’affermazione del concetto dell’unità dell’opera d’arte, essa esprime l’individualità e l'autenticità di ogni singolo elemento ma in un'ottica globale nella quale tutti i singoli elementi contribuiscono a formare il “tutto”.

L’uovo è da sempre il simbolo della vita e di tutto ciò che nasce e cresce.
Per i filosofi egiziani era il fulcro dei quattro elementi dell’universo mentre secondo alcune credenze pagane rappresentava il ritorno della vita. Nell’iconografia cristiana l’uovo era simbolo non solo di vita ma anche di rinascita.

L'opera inoltre rientra e costituisce la conclusione del progetto di Global Art sociale-collaborativo iniziato dall’artista Anna Seccia nel 2011 e che porta a termine la sua installazione “Opera aperta” che l’anno scorso è stata tra le protagoniste della mostra “Lo stato dell’arte/Abruzzo”: un’iniziativa speciale ideata dal Padiglione Italia per la 54esima Esposizione internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, curata da Vittorio Sgarbi.

Per l’alto valore simbolico che “L’uovo della collettività” rappresenta, l'artista ha pubblicamente espresso il 17 aprile 2012, durante la sua inaugurazione di voler donare il cuore di essa al Presidente della Repubblica Italiana e tre dei quattro elementi che la costituiscono alla città di Pescara e al Vittoriale degli Italiani, costruendo così, nel nome del Vate e della sua italianità e nel segno dell’arte contemporanea e della bellezza (unica modalità per la salvezza del mondo) un triangolo virtuale tra il capoluogo abruzzese, Gardone Riviera e Roma capitale, da leggersi come testimonianza di quanto accaduto e imprescindibile impegno per il futuro.






Artista: Anna Seccia - www.annaseccia.it 

Luogo: Aurum

Città: Pescara

Indirizzo: Via D’avalos, angolo via Luisa d’Annunzio �“ Pescara - Tel 085.4549508  aurum@comune.pescara.it

Esposizione: 17-03-2012 �“ 15-04-2012

Uff stampa:  Kaleidos, 3387518834, info @artekaleidos.it














Comunicazione inviata ad un professionista, operatore istituzionale, del mondo dell'arte e della cultura presente in Rete. Ai sensi dell'art. 13 del nuovo codice sulla privacy (D.Lgs 196 del 30 giugno 2003), La informo che il suo indirizzo email si trova nel nostro database allo scopo di inviarle inviti ed informazioni relativi unicamente alla nostra attività artistica e culturale. Sperando che siano per Lei interessanti, Le assicuriamo che i Suoi dati saranno trattati con riservatezza e non verranno assolutamente divulgati edutilizzati a scopo commerciale o pubblicitario. In ogni momento sarà possibile chiedere di essere rimossi dalla mailing list inviando una e-mail a info@artekaleidos.it con oggetto "CANCELLAMI".














blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl