Comunicato Ectonull Animation Studio

Fantechi, ideatori e responsabili dello studio di animazione 3D, Ectonull

08/mar/2006 04.11.40 Ufficio Stampa Ectonull Animation Studio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

UN TU PER TU A TRE DIMENSIONI

 

  A cura di

Dott.ssa Del Grosso, Dott.ssa Civica

Ufficio Stampa

ectopress@ectonull.com

www.ectonull.com

 

Raccontateci di voi e del vostro studio.

Si apre così l’intervista a Gianni Caratelli e Marco Fantechi, ideatori e responsabili dello studio di animazione 3D, Ectonull Animation Studio. Abbiamo deciso di fondare lo studio, nel 2003, inizialmente con lo scopo di far colpo sulle ragazze! Battuta dal colore ironico, lascia ben presto spazio alla tecnicità delle descrizioni.

Di che cosa si occupa, esattamente, Ectonull?

Nello studio di animazione Ectonull, realizziamo cortometraggi animati in computer grafica 3D; ci muoviamo nell’ambito di tutto cio’ che orbita attorno alle nuove tecnologie digitali, dall’ideazione alla sceneggiatura, dalla progettazione alla modellazione, dallo storyboard all’animazione, miscelando la passione per la commedia e per il “non-sense”, con le potenzialità espressive offerte dalle nuove tecnologie digitali. Gli spettacolari ecto-shorts, basati su personaggi, storie e musiche originali, sono progettati e realizzati per essere fruiti tramite i moderni telefoni cellulari, assecondando la naturale evoluzione del mobile entertainment.

Appare chiaro, a questo punto, quanto indissolubile sia la dicotomia tra tecnologia ed estetica, che produce un paradosso facilmente assimilabile e ormai radicato nell’odierna quotidianità; ma quanto lavoro c’è dietro a quello che viene comunemente definito un “pupazzo animato?

Per capire quali siano le diverse metodologie che permettono ad un’idea di materializzarsi, bisogna addentrarsi nel processo di creazione, e snodare i punti chiave dei vari passaggi; un iter che parte dal generico e giunge allo specifico, sviluppando le quattro macro aree cardine dell’intero processo: organizzazione (ricerca artistica, sviluppi commerciali), pre-produzione (concept, soggetto, sceneggiatura), produzione (modellazione, animazione, effetti speciali) e post-produzione, fase in cui lo screening test viene ultimato.

Sorprendentemente, dietro a questa considerevole mole di lavoro, nella Ectonull Animation Studio troviamo solo due persone, Marco Fantechi e Gianni Caratelli; siamo uno studio modello one man band, ci dicono, curiamo l’intero processo, a partire dalla genesi fino ad arrivare all’animazione 3D, attraverso l’influenza degli effetti visivi e dell’informatica.

Recenti statistiche affermano che, ormai, il telefonino è presente nel 90,3% delle famiglie e, a conferma di ciò, i membri dello studio aggiungono: tra una manciata di mesi, avremo tutti in tasca delle mini-televisioni pronte ad essere inondate da un fiume di nuovi contenuti. E’ proprio in quel fiume che noi abbiamo intenzione di navigare, fornendo prodotti studiati e realizzati appositamente per quel tipo di formato: cortometraggi epici ad hoc per gli schermi dei telefonini, ai quali accosteremo screensavers, wallpapers e suonerie.

Come è possibile raggiungere una continuità visiva ed emozionale partendo da un materiale così variabile ed irregolare? Qual è lo strumento che permette di portare a termine lavori efficienti in modo veloce e stabile?

Lo strumento utilizzato nello studio Ectonull si chiama “Light Wave 3d”, un software che permette l’impostazione del personaggio attraverso un’interfaccia intuitiva.. Una corroborazione perfetta tra uomo e macchina, tra pratico e teorico, il bivio d’incontro tra funzione utopica ed applicazione materiale. Ed è proprio questa l’area di sviluppo della nuova tecnologia d’intrattenimento, quella sorta di mondo parallelo in cui divertimento, tecnologia e business si fondono in una simbiosi matematica.

Lo stesso nome Ectonull è il risultato di una fusione: “ectoplasma”, qualcosa che non è tangibile ma che si può percepire, e “null”, un elemento molto importante all’interno dei programmi di grafica 3d, invisibile, ma che puo’ fare grandi cose.

Questa in fondo è l’essenza di Ectonull, concludono Marco Fantechi e Gianni Caratelli , qualcosa che non c’è, ma che si può percepire ogni volta che ci si lascia sopraffare dal buonumore dei nostri cortometraggi!.

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl