Sabato 21 aprile, h 16 appuntamento con MARCO OLMO per COLLECTING PEOPLE / APNEA_ 3° incontro

Sabato 21 aprile, h 16 appuntamento con MARCO OLMO per COLLECTING PEOPLE / APNEA_ 3° incontro.

Persone Paola Varallo, Diogene Progetto, Marco Olmoinizia, Diogene Collecting People, Marco Olmo, San Paolo, Whitney
Luoghi Italia, Europa, Libia, Torino, Piemonte, Svizzera, Francia, California, Monte Sinai, Martinica, Stati Uniti d'America, Valle della Morte
Organizzazioni Gruppo Torinese Trasporti, Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani, Giustizia e Affari Interni, Marathon Oil Corporation
Argomenti sport, atletica leggera

18/apr/2012 19.07.10 PAOLA VARALLO PRESS AGENCY Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Progetto Diogene

 

Collecting People/Apnea

 

 

Marco Olmo

“CORRERE”

Terzo incontro

Sabato 21 Aprile 2012  ore 16:00

CINEPORTO

Via Cagliari 42, TORINO

 

Marco Olmoinizia a praticare la corsa in modo atipico, maturando uno slancio interiore di rivalsa esistenziale. Lì trova l’equilibrio e l’equità che nella vita quotidiana si confondono e si perdono.

La determinazione con cui corre, lo ha portato ad una conoscenza profonda di sé, al di là degli strumenti, degli allenatori e delle diete specialistiche.

Con lui si parlerà della preparazione alle gare, sotto il profilo psicologico, delle sensazioni che il fisico e la psiche attraversano durante la corsa, cosa succede al binomio corpo-mente da un certo numero di chilometri in poi. La cosiddetta trance agonistica, esiste davvero? E com’è? E come si arriva all’eccellenza rinunciando a tutte le misurazioni che la tecnologia ci offre? Come Mayol disse a Pelizzari prima di un’immersione in apnea: : “Se vuoi immergerti con me togliti il profondimetro e l’orologio[…]devi penetrare fino in fondo nelle tue sensazioni e, per farlo, devi smettere di interessarti al numero di metri in profondità o di secondi di apnea.”… così sembra dire Marco Olmo a noi, non  solo nella corsa, ma nell’approccio alla vita di tutti i giorni.

 

Marco Olmo è considerato, nonostante abbia superato i 60 anni, uno dei più grandi specialisti delle corse estreme. Ha intrapreso l’attività podistica tardi, a 27 anni, “quando gli altri smettevano”, come dice lui. All’età di quarant’anni ha iniziato ad affrontare competizioni estreme nel deserto africano, quali la Marathon des Sables, 230 km in assoluta autosufficienza alimentare e condizioni climatiche proibitive nel deserto marocchino, la Desert Cup (168 km nel deserto giordano), la Desert Marathon in Libia e la Maratona dei 10 Comandamenti (156 km sul Monte Sinai), raccogliendo un successo dopo l’altro. Il suo “vagare” in giro per il mondo l’ha portato a gareggiare in Martinica nel Tible Raid, dove si è piazzato quinto, e a partecipare anche alla Bad Water Ultramarathon nel deserto della California: 135 miglia non-stop tra la Valle della Morte e le porte del Monte Whitney (da -282 piedi, punto più basso degli Stati Uniti, ad oltre 8300 piedi) che si corrono con temperature che superano i 126 gradi F° (ca. 52 °C). A 58 anni è diventato Campione del Mondo vincendo l’Ultra Trail du Mont Blanc, la gara di resistenza più importante e dura al mondo: 167 km attraverso Francia, Italia e Svizzera oltre 21 ore di corsa ininterrotta attorno al massiccio più alto d’Europa.

 

 


Progetto Diogene è realizzato grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo e con il contributo della Regione Piemonte e di Arte Giovane, con il patrocinio della Città di Torino, del GAI - Associazione Circuito Giovani Artisti Italiani e la collaborazione di  GTT Gruppo Torinese Trasporti ed e/static

 

www.progettodiogene.eu

 

Ufficio Stampa�”�Paola Varallo�”�paolavarallo@gmail.com�”�+39.347.0883394�”� skype:pavaral





--
PAOLA VARALLO
PRESS AGENCY
3470883394
paolavarallo@gmail.com

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl