Lilliana Comes: Il Mito delle Donne

Lilliana Comes: Il Mito delle Donne.

Persone Cecilia Paolini Programma, Lilliana Comes
Luoghi Roma, provincia di Roma
Argomenti arte, pittura

26/apr/2012 11.08.05 www.evandevilde.com Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Figlia d’arte, cresciuta sotto l’egida della scultura, della miniatura e dell’incisione, nobili e antichi “mestieri” destreggiati con abilità dal padre, Lilliana Comes sviluppa da giovanissima una precoce attenzione verso l’espressione segnica della pittura. Studia in particolare i grandi artisti dell’Ottocento inglese, rimanendo folgorata dalla pregnanza coloristica in relazione con l’impressione non solo retinica, ma soprattutto emotiva. Dalle arti del padre apprende soprattutto la potenza del segno che, però, lega indissolubilmente alle ricerche di armonia tonale per intraprendere un personalissimo e introspettivo stile, non immemore di suggestioni preraffaellite, in perfetto equilibrio tra tradizione artistica passata e sensibilità contemporanea. Per questa sapiente mescolanza di suggestioni è stata giustamente accostata alla corrente del “modernismo classico”, fautrice di un ritorno alla figuratività privata di orpelli accademici.
Il mondo narrato da Comes parla di eroi quotidiani la cui dignità viene espressa grazie al coraggio di vivere, nonostante la gioia e il dolore; è una realtà gentile, di accettazione della vita non già con spirito di rassegnazione, ma, appunto, con il valore di un’umanità che ha in sé la capacità dell’evoluzione. Questa capacità comunicativa si lega a una facilità di tradurre in segno l’impressione umana, attraverso una pittura che alterna al forte accento disegnativo una preziosa ricerca cromatica. Tutto nei dipinti di Comes si armonizza in una lusinga per gli occhi, perché tutto è concepito come una festa di colori, anche negli accenti più drammatici della realtà.
La realtà antica, eppure modernissima, di Lilliana Comes arriva nel cuore di Roma, presso la galleria “Il Laboratorio” di Trastevere, per accordare le tonalità armonizzate dei dipinti all’atmosfera magica e calda della primavera nella Capitale. Un’esposizione concepita come una sospensione, leggera e fascinatoria, dalla quotidianità, perché l’anima intenda, attraverso gli occhi, quanto la realtà, per quanto critica sia, porti con sé il valore dell’essere umano.

Curatore: dott.ssa Cecilia Paolini
Programma in dettaglio: “Il Mito delle Donne” Mostra personale di: Lilliana Comes – www.lillianacomes.com
Location: Galleria “Il Laboratorio” Via del Moro, 49 – 00165 Roma (RM)
2 – 7 Maggio 2012
Orari: Ingresso libero
VERNISSAGE: Sabato 5 maggio ore 18:00

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl