infiltrations - Stefania Migliorati

15/giu/2012 18.08.13 VBM 2O.1O Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

VBM 2O.1O
Lübbenerstr. 23 - 10997 Berlin


INFILTRATIONS
Mostra personale di Stefania Migliorati
dal 23 giugno al 21 luglio 2012
Vernissage: Sabato 23 giugno 2012, alle 19.00


Il ruolo dell’artista contemporaneo consiste nel captare segnali che provengono dalla società, farsene interprete ed operare una critica. Rapportandosi all’esistenza, ne testimonia le circostanze culturali e sociali.

Lo spazio e le tematiche ad esso connesse di movimento, percezione, tempo ed identitá sono i concetti attorno ai quali Stefania Migliorati estende la propria ricerca artistica, mettendo in evidenza i valori che l’arte genera in rapporto al territorio, inteso non solo come luogo geografico-fisico in senso lato, ma anche come spazio vissuto e storia dei segni materiali e immateriali del passato.

L’ acqua simboleggia il mezzo critico di partenza per l’evolversi di un’ indagine orientata ad analizzare le trasformazioni dello spazio urbano, siano esse fisiche, ossia la costruzione vera e propria, sia quelle mentali, mediante una modificazione che passa attraverso la percezione dello spazio. 
Il legame fra architettura e acqua affonda le sue radici in un passato remoto: l'acqua é generatrice delle più possenti civiltà umane e la storia dello sviluppo dell’uomo non può essere scritta a prescindere dal suo rapporto storico con essa. 

Nella complessità antropologica e sociale, geografica e naturale del paesaggio urbano, seguire il corso del fiume diventa per l’artista un pretesto atto ad identificare ed investigare i punti dove il corso d’acqua interseca aree di infiltrazione sociale, culturale, storica, economica e politica. Sono luoghi in cui allo stesso tempo si transita e si vive, continuamente, ma lentamente, sottoposti a cambiamenti di tipo urbano e sociale, prodotti dalla costante affluenza di nozioni, soggetti e  relazioni.
Il rapporto dell’artista nei confronti dello spazio é rivolto  alla  conoscenza ed all’esplorazione della sua diversità: nell'incontro con il modificarsi del territorio, cambia il suo approccio ad esso. 

L’ atto del camminare non implica piú solamente l’attraversamento di un’area, ma diventa pratica estetica di conoscenza e forma di intervento urbano vera e propria: la trasformazione simbolica, oltre che fisica, dello spazio antropico.

....

English version


The role of the contemporary artist consists of capturing signals originating from society, becoming an interpreter for these signals, and operating a critique. By referring to existence, the artist testifies to its cultural and social conditions. 

The space and its related topics, such as movement, perception, time, and identity, are the concepts around which Stefania Migliorati extends her artistic research emphasizing the values ​​that art generates in relation to the territory, not only as a geographical and physical area, but also as a lived-in space and as the history of the material and immaterial signs of the past.

The water symbolizes the starting critical vehicle for the evolution of a study aimed to analyze the transformations of urban spaces, whether physical, the construction itself, or those mental, by a modification which passes through the perception of space. The link between architecture and water has sunk its roots in a remote past. Water has generated the most imposing human civilizations. The history of human development could not be written independently of its historical relationship with water. 

Through the anthropological and social, geographical and natural complexity of the urban landscape, following the river course becomes a pretext for the artist to identify and investigate areas where the waterways intersect social, cultural, historical, economic, and political areas of infiltration. 

These are places where people pass and live at the same time and are slowly but constantly subjected to urban and social changes produced by the continuous flow of notions, subjects, and relationships. The connection between the artist and the space is directed to the knowledge and to the exploration of its diversity. The encounter with the changing territory changes the artist’s approach to it as well.

The act of walking does not only involve the crossing of an area anymore, but also becomes an aesthetic practice of knowledge and proper form of urban intervention, a symbolic, as well as physical transformation of anthropic space.





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl