L'arte d'alluminar... al Museo di San Marco di Firenze

14/apr/2006 03.47.44 Nicoletta Curradi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Nell'XI Canto del Purgatorio Dante parlava, per la prima volta nella storia, dell'arte d"alluminar": così è iniziata la storia della miniatura umbra, che oggi possiamo ammirare in numerosi esemplari al Museo di San Marco nell'esposizione "Minatura umbra del Rinascimento. Suggerimenti per un percorso artistico". La mostra rimarrà aperta fino al 25 giugno e si avvale dei risultati delle ricerche svolte da Maria Grazia Ciardi Dupré Dal Poggetto, Fausta Gualdi, Melania Ceccanti, Sara Giacomelli, coadiuvate da altre giovani studiose.Viene presentata una selezione di opere, 23 pezzi tra codici e fogli miniati, che offrono un quadro dello sviluppo generale della miniatura dalla mertà del '400 ai primi decenni del '500. Tra le caratteristiche delle opere spicca l'aspetto poliedrico di un linguaggio che si forma sotto lo stimolo della tradizione locale con influenze dalla cultura fiorentina e da quella settentrionale. Giapeco Caporali è uno dei protagonisti della miniatura umbra dell seconda metà del '400. Le abbazie perugine, come quella olivetana di Monte Morcino, oggi soppressa, e quella di San Pietro, ebbero un ruolo preminente nella produzione di miniature.
Museo di San Marco Piazza S.Marco Firenze
Orario: mar-ven 8.15-13.50
sabato e festivi 8.15-18.50
2°, 4° domenica 8.15-19.00
1°, 3°, 5° lunedì 8.15-13.50
chiuso 1°, 3°, 5° domenica e 2°, 4° lunedì e 1° maggio
Ingresso: stesso bliglietto del Museo
Visite guidate per scolaresche solo su prenotazione
Costo Euro 3,00 ad alunno
Info e prenotazioni Firenze Musei tel.055/290112
 
Nicoletta Curradi


Nicoletta Curradi
Yahoo! Mail: gratis 1GB per i messaggi, antispam, antivirus, POP3
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl