Materia e colore. Sintesi pittoriche

05/lug/2012 01.00.09 74nemrac Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

MATERIA E COLORE. SINTESI PITTORICHE

 

Che cosa: arte contemporanea, pittura informale.
Dove: Santa Margherita Ligure (Genova).
Come: mostra.
Quando: dal 13 al 25 luglio 2012.
Chi: Erminio Tansini.
Info: cellulare (+39) 349 2203693; e-mail info@inarce.com, Facebook In arce (www.inarce.com), Web www.inarce.com/it/eventi/sintesi.html.

 

Informale, luce, olio, ma soprattutto materia e colore sono state le parole-chiave della mostra Materia e colore. Sintesi pittoriche, dedicata a tutti gli appassionati d’arte e ai curiosi di conoscere di un artista contemporaneo.
L’artista in questione è Erminio Tansini: pittore, originario della Lombardia, è attivo da quasi trent’anni sulla scena artistica e da oltre un quindicennio ha rivolto la propria ricerca verso l’informalismo.
Proprio l’informale delle opere tansiniane è stato al centro dell’evento, svoltosi a Santa Margherita Ligure (Genova) dal 13 al 25 luglio 2012 nelle sale del cinquecentesco Castello Genovese, sul Lungomare. Gli antichi ambienti castellani hanno offerto la possibilità di scoprire o approfondire la conoscenza del binomio fondamentale della pittura tansiniana: la materia e il colore. Queste sono le linee-guida della ricerca che Tansini porta avanti da anni, fatta di un continuo impastare e rimpastare i pigmenti per ottenere spessori cromatici sempre più elaborati.
Anche se nella sua carriera non sono mancate incursioni su altre tecniche, strumento primario dell’artista è l’olio: dipinti su tela, tavola, carta, quadri di dimensioni ridotte o al contrario piuttosto grandi.
L’esposizione sammargheritese ha riunito alcune decine di opere scelte fra la recente produzione tansiniana: i Senza titolo, dipinti di considerevole livello sia per la qualità sia per la qualità, dove scompare ogni riferimento a forme pienamente riconoscibili e la costruzione artistica è affidata al rapporto lirico fra cromatismi e matericità.
L’incontro personale e il dialogo con l’artista stesso hanno completato la scoperta del ciclo creativo tansiniano e insieme hanno permesso di cogliere uno fra i temi meno attesi ma più interessanti dell’evento: i legami tra l’artista, le sue opere e le esperienze che tutto ciò può comunicare. Insomma, la storia che si cela dietro ogni quadro.
Proprio uno storico è stato il curatore dell’esposizione: Davide Tansini, figlio dell’artista stesso. Fra 2008 e 2011 ha diretto la realizzazione di due monografie dedicate all’opera del padre (Tansini Erminio. Materia e colore nel 2008 e Erminio Tansini. Opere di materia e colore nel 2011, quest’ultima pubblicata dalla casa editrice Giorgio Mondadori) e l’apertura al pubblico dello studio dell’autore (Anteprima di Materia e Colore Open Days nel 2010 e Materia e Colore Open Days 2011 nel 2011).
La mostra sammargheritese fa parte di una serie che è iniziata nell’aprile 2012 a Cremona (Materia e colore. Dinamismi spaziali) e che dopo Santa Margherita Ligure è proseguita a Levanto (Materia e colore. Ispirazioni liguri), Piacenza (Materia e colore. Impressioni cromatiche e Materia e colore. Tracce pittoriche) e Milano (Materia e colore. Armonie cromatiche).

L’esposizione Materia e colore. Sintesi pittoriche si è svolta con il patrocinio del Comune di Santa Margherita Ligure e in collaborazione con «In arce». L’iniziativa non ha avuto scopo di lucro.

RCS
18 marzo 2013

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl