Mostra Fotografica

E' la castigata bellezza delle donne degli

Allegati

22/mag/2006 03.30.30 Galleria Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

CON CORTESE PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE E DIFFUSIONE

Galleria Roma
via
Maestranza 110
96100 Siracusa 

www.galleriaroma.it
corradobrancato@hotmail.com

 

COMUNICATO STAMPA 

  

 

Oggetto: Mostra Fotografica
Titolo: Pellicole & Pupe
Autore: Luigi Cerbino
A Cura di:
 Salvatore Zito
Luogo: via Maestranza 110     Siracusa
Data:  27 maggio 6 giugno 2006
Inaugurazione:
   27 maggio    ore 18,30
Orario: 19,30 - 20,30
 
Organizzazione e
Direzione Artistica: Corrado Brancato
 
Catalogo in Galleria

Ingresso Libero

Info
: 0931/746931
cell.338/3646560
corradobrancato@hotmail.com

 

 

PELLICOLE E PUPE (fine art 50’s photos)

 

E’ la castigata bellezza delle donne degli anni ’50 la protagonista di “Pellicole e pupe”, la mostra fotografica curata dall’associazione culturale “Nuova Galleria Roma”.

In esposizione trenta ritratti muliebri immortalati da Luigi Cerbino, un fotoamatore di grande talento, che intese così rendere omaggio, in un’Italia che rinasceva dopo la guerra, al fascino spensierato e struggente di giovani donne al mare.

Dalla sua passione per i litorali italiani e le donne nascono così le immagini in bianco e nero di sorridenti ragazze in bikini tra flutti schiumosi, di sguardi maliziosi velati da cappellini di paglia, di signorine elegantemente abbigliate al lido, di ragazzine acerbe sdraiate al sole di una spiaggia ligure. E ancora, Cerbino regala ritratti di muse felici con i capelli al vento e modelle con le scarpe da ballo ai piedi o le gonne a ruota sollevate dal soffio della brezza marina.

Una rassegna di immagini che è anche un tuffo nel passato, tra ricordi e rievocazioni di un’epoca lontana che sembra riemergere con una straordinaria attualità.

Si rivivono gli anni tragici di una guerra che cambiò il mondo, mutando i costumi e le speranze di tutti, e attraverso queste trenta fotografie si percepisce la voglia di ricominciare che invase gli italiani e soprattutto le donne di questo popolo stremato, che riscoprirono la loro bellezza e vollero maliziosamente ostentarla indossando i primi bikini della storia.

Ammirare le foto di Cerbino è come guardare un vecchio film in bianco e nero e sentirsi invadere, anche pur non avendo mai vissuto quegli anni, da una dolce nostalgia.

E’ questo è uno dei motivi che ha spinto i soci della Nuova Galleria Roma a dedicare una mostra all’artista Cerbino, per rivivere una storia che appartiene a tutti e che solo la fotografia ha saputo documentare con veritiero romanticismo.

 

Isabella Di Bartolo

 

 

Questa mail circolare, inviata in Ccn è filtrata in entrata e uscita con antivirus. News a solo scopo informativo riguardanti eventi culturali, non contengono pubblicità né promozione di tipo commerciale. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni La preghiamo di comunicarlo allo scrivente inviando una mail in risposta con CANCELLA in oggetto.

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl