Larte di Callea e Damiani nella suggestiva cornice del Tergeste

Larte di Callea e Damiani nella suggestiva cornice del TergesteA pochi passi dal celebre Castello di Miramare e dalla sua riserva marina, con una spettacolare veduta sul Golfo di Trieste e alle spalle l'altopiano carsico, all'interno di una elegante villa che fu la residenza di una famiglia del posto, è ospitato il Tergeste con la sua bella terrazza fronte mare, dove è possibile fermarsi ad assaporare specialità del luogo.

02/giu/2006 21.27.00 press artedamiani Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
A pochi passi dal celebre Castello di Miramare e dalla sua riserva marina, con una spettacolare veduta sul Golfo di Trieste e alle spalle l’altopiano carsico, all’interno di una elegante villa che fu la residenza di una famiglia del posto, è ospitato il  Tergeste con la sua bella terrazza fronte mare, dove è possibile fermarsi ad assaporare specialità del luogo.
Una cornice incantevole per le cene d’estate che si è voluta “riempire” con l’arte invitando gli artisti Giuseppe Callea e Corrado Damiani ad esporre le loro opere. Sono stati precedentemente pensati e predisposti degl! i spazi ad hoc per ospitare le opere dei due artisti: nove grandi pannelli per le opere di pittura e altrettanti piedistalli per le sculture dotati di illuminazione propria per esaltare l’esposizione fino a tarda serata. Un allestimento studiato e predisposto con cura, che denota la sensibilità e il rispetto per l’arte da parte del presidente cav. Elio Tafaro, a dimostrazione, ancora una volta, che l’arte può trovare collocazione anche in ambienti diversi dai consueti, ma con il dovuto riguardo.
Così agli artisti è stata lasciata quella libertà, che è propria della creatività, di collocare le loro opere e costruire una scena d’arte a due in un ambiente circondato dalla natura e frequentato da un pubblico di ogni età e nazionalità, anche locale. Infatti, l’ostello Tergeste è meta di ogni sorta di pubblico, grazie anche alla sua invidiabile collocazione.
Giuseppe Callea presenta dieci sculture di soggetti sottomarini eseguiti in tecnica mista, ispirati e dedicati al vicino habitat del Parco Marino di Miramare: pesci colorati e sornioni accanto a fondi marini e conchiglie modellati con ludica trasposizione in corpi femminili.
L’ambiente del Parco Marino è ripreso in superficie dalle pitto-sculture di Corrado Damiani nelle opere di mare e scogliere di questo golfo, che ripropongono anche il fenomeno delle mucillagini, o sagomate in volti di donna; paratie di navi che racchiudono scene di mari visti dall’oblò e alcune installazioni tra gli alberi, quale, di buon auspicio, In bocca al lupo.
I due autori hanno predisposto per l’occasione un manifesto artistico in tiratura limitata, che propone un insieme delle loro opere, e il catalogo della mostra.
L’esposizione inaugura la stagione culturale del sito e resterà aperta fino al 26 giugno prossimo, ogni giorno, fino a tarda sera.
 
 
Callea e Damiani, sculture e pitto-sculture
Villa Ostello Tergeste
Viale Miramare, 331 - Trieste
27 maggio -  26 giugno 2006
Ogni giorno, fino a tarda sera
A cura di Patrizia Grandis, addetto stampa mostra
 patridis@yahoo.com mob.++3470960089

panoramica notturna
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl