fino al 27 agosto "24h" Massimo Kaufmann alla Galleria Astuni

Allegati

23/ago/2006 22.05.00 Galleria Astuni Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

a cura di Luca Beatrice
fino al 27 agosto 2006
10.30-12.30/18.00-20.30/21.30-24.00
ingresso libero

Galleria Astuni
P.zza Duomo, 37
55045 Pietrasanta (LU)
tel. 0584 71760 20623
fax 0584 71760 266014


24 h. è il titolo del nuovo ciclo di lavori pittorici di Massimo
Kaufmann, ventiquattro tele di piccolo e medio formato. Sui quadri
prendono vita cellule di colore, atomi e idee in un interessante
recupero dell’astrazione. La sua pittura si allontana dagli intenti
narrativi e didascalici per avvicinarsi alla dimensione cognitiva ed
emotiva. Inutile cercare paesaggi, volti, simboli reconditi: le
immagini offrono infinite suggestioni, sono aperte alle più svariate
interpretazioni. Forma e contenuto, significato e significante, sono
concetti che si fondono, sfumano l’uno nell’altro. Il risultato è pura
pittura, un gioco di percezione tra leggerezza e mimetismo. Malevic
(1915) disse : "la gente... vede aria, pietra, acqua, ma in realtà
sulla tela non c'è che un solo materiale: il colore”. Le opere di
Kaufmann abbandonano apparentemente ogni strategia linguistica,
diventano allusive e meno dirette. Emerge così la ricerca e il
conseguimento del piacere estetico. In queste nuove opere l’artista
milanese ha introdotto l’elemento del tempo, come riflessione formale e
teorica. Ventiquattro tele, una per ogni ora del giorno. Il tempo è
così scandito dalla pittura, o meglio, è la pittura che si insinua
nella profonda essenza del tempo, della vita. Non solo il gesto
creativo diviene traccia esistenziale, lo diviene la pittura stessa.

Massimo Kaufmann (Milano, 1963) vive e lavora a Milano.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl