Comunicato Stampa Retrospettiva di GAETANO PESCE - Byblos Art Gallery

21/set/2006 12.49.00 Consolo produzioni&consulenza Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
Comunicato Stampa                 Press 
 
 
 
 
 
presenta    GAETANO PESCE
 
 
 
Galleria:                 Byblos Art Gallery - C.so Cavour, 25/27 - 37121 Verona
                             Tel. +39 045 8030985  - email: info@byblosartgallery.it  -                             www.byblosartgallery.it
Date Mostra:          22 Settembre - 28 Ottobre ''06
Orari di visita:         dal Martedì al Sabato 10.00/13.00 - 14.30/19.30
Inaugurazione:       Giovedì 21 Settembre '06 dalle ore18.00 alle 24.00
 
 
 
Byblos Art Gallery  è lieta di presentare la mostra di Gaetano Pesce, architetto e designer di fama internazionale che, attraverso una sorta di ritorno alle origini - l'artista ha studiato Architettura e Industrial Design a Venezia - espone per la prima volta a Verona alcune delle opere più significative del suo percorso artistico. In occasione di Abitare il tempo, la manifestazione internazionale dedicata al design che si terrà a Verona dal 21 al 25 Settembre, Byblos Art Gallery inaugura una retrospettiva di uno dei più grandi maestri della creatività del nostro tempo presentando una trentina di opere che vanno dal 1969 al 2006.
Saranno in mostra alcuni dei modelli e dei disegni dei più significativi progetti ideati da Gaetano Pesce, tra cui la Maison des Enfants e la Rubber House, i Feltri, le lampade, i vasi e i modelli delle sedie e delle poltrone che hanno contribuito a rinnovare la storia del design italiano.
 
L'esposizione intende ripercorrere le tappe principali dell'opera dell'autore soffermandosi sulle questioni teoriche e filosofiche e sui nuovi metodi di rappresentazione che costituiscono i cardini della sua poetica.
Tutta la produzione di Gaetano Pesce si ispira ad un presupposto fondamentale che, come un dovere morale kantiano, lo spinge ad esprimere e ad interpretare - attraverso la sua creatività - il suo tempo, materia primaria e componente fondamentale della sua arte. "La ricerca, cioè, il nuovo è una condizione dell'essere inevitabile; ... se non c'è il nuovo, non c'è vita; se non c'è il nuovo, non c'è futuro, il quale si trasforma in presente."
Dato che l'innovazione si compie solo ascoltando il presente egli utilizza le più varie sperimentazioni dei nuovi materiali in un dialogo con i linguaggi dell'epoca attuale, quali la pubblicità, il marketing, la tecnologia per esprimere la verità storica del nostro tempo e stimolare la nascita di un potenziale e di energie nuove.
Pesce formula l'idea, che continua a seguire ancora oggi, di serie industriale diversificata, in cui ogni oggetto è simile, ma diverso dagli altri; ogni oggetto non è una copia ma un originale. Si vedano ad esmpio i Porto Vases, bottiglie riciclate di vino Porto che, attraverso il calore, si trasformano e diventano vasi per i fiori, ognuno un pezzo unico o i feltri oggetti di materiale flessibile che ammettono le variazioni della forma dando la sensazione del movimento continuo e della vita.
 
Materiali come la gommapiuma del poliuretano e la resina del poliestere non richiedono apparecchiature industriali costose, e permettono di generare piccole serie di oggetti differenziate le une dalle altre pur usando gli stessi materiali. "Siamo diversi, e anche gli oggetti devono essere diversi e avere una personalità: essere unici, avere un umore, avere un carattere."
L'utilizzo della schiuma di poliuretano rappresenta una delle più straordinarie innovazioni nella storia del design. Questo nuovo materiale, anche se prodotto industrialmente, si sviluppa in modi sempre diversi dando vita a creazioni sempre uniche. Grazie alla "memoria morfologica" propria del poliuretano ad esempio, le Dalila Chairs, compresse nelle loro dimensioni, appena liberate della confezione riprendono forma e consistenza in forme irripetibili poichè ammettono la libertà della materia.
 
La multidisciplinarità e l'estremo sperimentalismo della sua opera si esprimono sorprendentemente in tutti gli ambiti del suo lavoro. Un coinvolgimento dei sensi e una riflessione sul mondo della femminilità, tema che permea gran parte della sua arte, si manifesta ad esempio nella Up 5 and 6, la poltrona conosciuta in tutto il mondo creata nel 1969 di cui si potrà ammirare il primo modello realizzato dall'artista, o la Alda Lamp in cui la sensualità, la gioia, il colore rappresentano la sua particolare interpretazione dell'universo femminile.
 
Contrario alla standardizzazione che sempre maggiormente ha coinvolto l'architettura, e in particolare all'esasperazione che ha subito il modernismo razionalista e il cosiddetto "stile internazionale" Gaetano Pesce rinnova anche questo settore della creatività rifiutando con caparbia coerenza questa modalità progettuale e rivendicando con forza un'architettura e un design che sappiano recuperare la propria espressività passando dall'astrattismo al figurativismo. Ecco allora la Maison des Enfants di La Villette di Parigi, con una pianta che richiama la sagoma corporea di un bambino. Non si tratta nè di neo-espressionismo nè di post-modernismo: è piuttosto un "sentimento" della forma che non si appaga mai degli schemi astratti e universali, ma cerca piuttosto di animare le cose e le architetture per svelarne il senso riposto e segreto.
 
Byblos Art Gallery  propone con la mostra di Gaetano Pesce un percorso dentro una creatività sorprendente e sperimentale: fra oggetti e progetti che disegnano un nuovo modo, più libero, di rapportarci con il mondo.
 
 
 
Byblos Art Gallery - diretta da Masha Facchini con la valida collaborazione di Gaby Achilles, Beatriz Millar e Dario Rinaldi - nasce con il proposito di dare spazio a progetti di alto valore culturale che privilegino le forme e le tecniche espressive dell' avanguardia internazionale.
Lo spirito di ricerca innovativo della Byblos Art Gallery contribuisce a creare una straordinaria sinergia tra il marchio di moda Byblos, sinonimo di contemporaneità, ed il Byblos Art Hotel Villa Amistà - allestito con opere di arte contemporanea e design - che si esplica in un impegno significativo nel campo della cultura e della creatività.
Questo luogo vuole essere centro vivo di incontri e scambi di idee tra artisti, personalità del settore pubblico, dove nasce il desiderio di capire e amare l'arte e attraverso questa sensibilità acquisita avvicinarsi al collezionismo.
            
                                             

Per informazioni e per ricevere materiale stampa contattare:

 

Press  Consolo produzioni & consulenza

Resp.:  Ilaria Rossi

tel. +39 02 34938090-  02 34938326 - fax +39 02 34932551

press@consoloproduzioni.it  -  www.consoloproduzioni.it

                                                                                                                                              

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl