Dalla Macchia al Contemporaneo / Il Paesaggio al GAMeC CentroArteModerna di Pisa

07/gen/2014 07:49:03 GAMeC CentroArteModerna Pisa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Dalla Macchia al Contemporaneo: Il Paesaggio Ed.2014

Inaugurazione Sabato 11 Gennaio 2014 ore 18,00

dal 11 Gennaio al 5 Febbraio 2014

a cura di Massimiliano Sbrana

Artisti presenti : Andreozzi Sergio, Arcidiacono Gaetano, Ballantini Stefano, Biondi Giuseppe, Cappelli Franco, Compagnone Alessandro, Corrado Mimmo, Fidanzi Paolo, Martin Mauro, Martini Alberto, Meucci Mario, Migliorini Dino, Montagna Stefano, Nencini Mara, Simonelli Aspreno, Sbrana Giulio, Squarciapino Luca, Valeriani Gianluca, Vittorini Umberto

Promosso da:  Archivio Collezione CENTROARTEMODERNA

Ingresso libero

Sede : CentroArteModerna - Lungarno Mediceo, 26 Pisa - www.centroartemoderna.com - tel.fax 05054263
___________________________________________________________________________________________


Si inaugurerĂ  Sabato 11 Gennaio 2014  alle ore 18,00  (visitabile fino al 5 Febbraio 2014 con ingresso libero) a cura Massimiliano Sbrana, presso la GAMeC  CentroArteModerna di Pisa (Lungarno Mediceo,26) la mostra "Dalla Macchia al Contemporaneo"  dedicata in questa edizione al tema del "Il Paesaggio" .

Rassegna che annualmente raccoglie opere di pittura,  fotografia  ed installazioni di artisti legati alla realtĂ  piĂą interessante del panorama italiano contemporaneo partendo da importanti testimonianze artistiche legate alla tradizione toscana.

Il paesaggio ha esercitato un forte fascino sugli artisti da sempre, ma è soprattutto a partire dal Trecento, con la grande pittura senese e a seguire con Piero della Francesca e con il gusto paesistico veneziano che il paesaggio assume un ruolo quasi da protagonista.
La grande stagione del paesaggio arriva però avvio grazie al realismo dei pittori olandesi, soprattutto con Jacob Van Ruysdael, per poi avere interpretazioni classiciste con i fratelli Annibale e Agostino Carracci e idealizzate con il francese Nicolas Poussin.
Nel Settecento il paesaggio diventa un tema quasi dominante anche grazie alla moda dei viaggi (è il secolo in cui si afferma il Grand Tour, ovvero la moda dei lunghi viaggi dei giovani aristocratici britannici) ed è il periodo in cui nasce il vedutismo. La consacrazione del paesaggio come tema principe della pittura avviene però nell'Ottocento, con il romanticismo di Joseph Turner, John Constable e Caspar David Friedrich. Sulle loro tele il paesaggio domina e talvolta sovrasta, anche filosoficamente, l’uomo.
Alla semplice rappresentazione del paesaggio, nello stesso secolo si aggiunge il fatto stesso di dipingere immersi “nel” paesaggio. Si afferma così la pittura en plein air, ovvero “all’aria aperta”. I maggiori esponenti saranno Jean-Baptiste Camille Corot e la scuola di Barbizon, fino a quando il genere sfocerà nell’Impressionismo accomunando maestri come Claude Monet, Edouard Manet, Pierre-Auguste Renoir, Alfred Sisley e Paul Cézanne.
Nel secolo scorso il rapporto con il paesaggio subisce una trasformazione legata all’affermarsi della società industriale e delle prime, vere metropoli moderne. Il paesaggio diventa urbano e sembra riecheggiare, attraverso la nascita delle Avanguardie (tra tutte il Futurismo, che del paesaggio urbano e della modernità sarà il cantore con artisti come Umberto Boccioni) le inquietudini del Novecento che porteranno alle due guerre mondiali.
Nel dopoguerra il paesaggio ritornerà protagonista assoluto nell’arte grazie soprattutto a una corrente chiamata Land Art, affermatasi negli Stati Uniti tra gli anni ’60 e ’70. Fra i maggiori autori ricordiamo Robert Smithson, Richard Long, Walter De Maria e Christo, famoso per avere completamente avvolto monumenti di grande dimensione come il Pont-Neuf a Parigi o il Palazzo del Parlamento di Berlino, o ambienti naturali.

In questa edizione 2014 sono quindi in esposizione opere di numerosi artisti provenienti da tutta Italia con particolare attenzione al primo e secondo Novecento toscano e all’evidenza contemporanea italiana ed europea odierna.

Ecco gli artisti in esposizione:
Andreozzi Sergio, Arcidiacono Gaetano, Ballantini Stefano, Biondi Giuseppe, Cappelli Franco, Compagnone Alessandro, Corrado Mimmo, Fidanzi Paolo, Martin Mauro, Martini Alberto, Meucci Mario, Migliorini Dino, Montagna Stefano, Nencini Mara, Simonelli Aspreno, Sbrana Giulio, Squarciapino Luca, Valeriani Gianluca, Vittorini Umberto

Altre informazioni disponibili al piĂą presto sul sito: www.Centroartemoderna.com/programma.html

Per appuntamenti tel 050542630 o email: mostre@centroartemoderna.com

La mostra proseguirĂ  fino al 5 febbraio 2014.

(ingresso libero).

Orari: 10-12,30/16,30-19,00 (feriali); Domenica 12 Gennaio 2014 17,00-19,00 (festivi telefonare) ;  chiuso lunedì mattina.

Ufficio stampa:
Massimiliano Sbrana
mobile +39 3393961536
e-mail mostre@centroartemoderna.com

Si autorizza la pubblicare testi e immagini relativi alla mostra IN OGGETTO. Si dichiara che per le immagini e per i testi contenuti nel predetto comunicato non esistono  VINCOLI SIAE NE' VINCOLI DI ALCUN TIPO.
__________________________________________________________________________________________

Il contenuto di questa email è strettamente riservato e non divulgabile a terzi se non previa autorizzazione scritta, dal GAMeC CentroArteModerna di Pisa , in caso si riscontrassero usi impropri dei contenuti, divulgazione a terzi ed in particolare manipolazioni della stessa, saremo autorizzati a procedere per vie legali.

In ottemperanza alla Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196  "Codice in materia di protezione dei dati personali", art. 13 si dichiara che i dati raccolti, verranno trattati per il solo scopo di invio mail promozionali (altre info sono reperibili sul sito www.CentroArteModerna.com ).  Secondo quanto previsto dal DLs, è possibile modificare o cancellare i dati in qualsiasi momento in modo del tutto gratuito e autonomo. Una  non risposta, invece, varrĂ  come consenso alla spedizione dei nostri inviti. Se non hai richiesto questa email, ce ne scusiamo. Per contattare il titolare della newsletter    <info@CentroArteModerna.com>
Questa newsletter ha un indirizzo fisico che puoi usare contro eventuali abusi

                  GAMeC CentroArteModerna
                           Dal 1976 a Pisa
              Lungarno Mediceo,26 - 56127 Pisa
                        Tel +39 050542630
   MobilePhone +39 3393961536 - +39 3925439377

                               Web
         < http://www.CentroArteModerna.com >

                              Youtube
        < http://www.youtube/CentroArteModerna >

                            Facebook
                  < http://goo.gl/wHDSK >

                              Twitter
           < https://twitter.com/GAMeCPISA >
                        @GAMeCPisa
                       

 Copyright 1976 - 2013 GAMeC CentroArteModerna
___________________________________________

Before printing, think about ENVIRONMENTAL responsibility









blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl