Adalberto Abbate nella collezione GAM/ donazione al Museo D'arte Moderna della città di Palermo

13/feb/2014 14.08.28 RAIQUATTRO Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
GAM/ Galleria d'Arte Moderna Palermo
venerdi 14 FEBBRAIO 2014 alle 17:00
ADALBERTO ABBATE/ SELFPORTRAIT
Barba bianca, capelli grigi, polo-shirt rossa, portamento altero, sorridente. Da solo. Solo come Garibaldi, Giuseppe di nome, facendo fronte al suo destino.
Artigiano di Risorgimento italiano, Giuseppe Garibaldi è un eroe moderno, una versione aggiornata di Ulisse,
ma con l’impegno repubblicano in più. Cosi è come ossessiona la memoria di generazioni d’italiani che vedono in questo uomo una figura eroica, paterna. Il resto é incomprensibile o indicibile, dipende.
Nell’Italia meridionale, di cui la Sicilia fa parte, la vittoria dell’Eroe dei Due Mondi lascia l’amaro in bocca.
La Sicilia, crocivia di civiltà passate, paese natale di Archimede, culla dei premi Nobel Luigi Pirandello e
Salvatore Quasimodo, condannata allo status di provincia dimenticata, povera bambina, in favore del Nord.
Inconcepibile.
Attraverso questo SELFPORTRAIT l’artista palermitano Adalberto Abbate tratta quest’antinomia.
Un ignoto i cui attributi rimandano irresistibilmente al padre dell’ unità italiana, come i tratti che un figlio
eredita dal padre, un modo insidioso e originale per addomesticare il futuro nello spettro di luce del passato.
Una volta eroe, anonimo oggi.
Rimangono soltanto i simboli per riconfortare un’identità (italiana) in crisi. Simboli dunque. Come quello strappo sul viso che fa di tutto per esporre, forse, la quota di eroismo in noi, sicuramente il lato oscuro dietro ogni eroe. L’assurdità rivelata.C’è molto da vedere e sentire in questo SELFPORTRAIT, le voci s’intrecciano, echi di ogni sorta vengono a risvegliare l’inconscio collettivo, stordito da una grande promessa. Un risorgimento delle coscienze, in qualche modo, diventate, per necessità, più affilate, critiche. Il paradosso portato al suo culmine, il Garibaldi che ha detto “un ladro onesto è il mio ideale ” può gioire.Un altro contesto, un’altra epoca.

 

Mauricio Estrada Munoz

Galleria D'arte moderna, Palermo

 

alle ore 17:00 

GAM/ Galleria d'Arte Moderna

Via Sant'Anna, 21, 90139 Palermo - Palermo - IT
 

Orario: Dal martedì alla domenica 9.30 - 18.30 Lunedì chiuso, anche se giorno festivo. La biglietteria chiude sempre un'ora prima.

INFORMAZIONI 091.8431605 DALLE 9.30 ALLE 18.30

ACQUISTA IL BIGLIETTO DEL MUSEO ON LINE

http://www.tosc.it/Biglietti.html?affiliate=T2C&fun=erdetail&doc=erdetaila&erid=681926
Ingresso =
Info 091 8431605
 

 

www.galleriadartemodernapalermo.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl