Le Oasi di Antonella Carbonaro

Le Oasi di Antonella Carbonaro CON CORTESE PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE E DIFFUSIONE Galleria Romavia Maestranza 11096100 Siracusa www.galleriaroma.itcorradobrancato@hotmail.com COMUNICATO STAMPA Oggetto:Mostra Personale Titolo:Le OasiAutore:Antonella CarbonaroA Cura di: Tommaso Cimino Luogo: via Maestranza 110 96100 Siracusa Data: 28 ottobre / 7 novembre 2006Inaugurazione: 28 ottobre 2006 ore 18,30 Organizzazione e Direzione Artistica: Corrado Brancato Catalogo in GalleriaIngresso LiberoInfo: 0931/746931cell.338/3646560www.galleriaroma.itcorradobrancato@hotmail.com ...Nel caso di un'artista matura nella ricerca delle parole (la pittrice siracusana è delicata poetessa) e delle immagini e dei colori, non si possono tacere i nodi fra le cose: occorre rendere più espliciti i termini di questa mia lettura che non pretende di esaurire le interpretazioni su Le oasi della Carbonaro, e che volutamente si muove sul confine tra parola e silenzio - che altro sono le oasi se non suono nella calma del deserto, e giardini di silenzio nella foga della quotidianità?

23/ott/2006 08.49.00 Galleria Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

CON CORTESE PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE E DIFFUSIONE

Galleria Roma
via
Maestranza 110
96100 Siracusa 

www.galleriaroma.it
corradobrancato@hotmail.com

 

 

COMUNICATO STAMPA 

 

    

 

Oggetto:Mostra Personale
 
Titolo:Le Oasi
Autore:Antonella Carbonaro
A Cura di:
 Tommaso Cimino

Luogo: via Maestranza 110    96100 Siracusa
Data:  28 ottobre / 7 novembre 2006
Inaugurazione:
  28 ottobre  2006  ore 18,30
Organizzazione e
Direzione Artistica: Corrado Brancato
 
Catalogo in Galleria
Ingresso Libero
Info
: 0931/746931
cell.338/3646560
www.galleriaroma.it
corradobrancato@hotmail.com

 

...Nel caso di un’artista matura nella ricerca delle parole (la pittrice siracusana è delicata poetessa) e delle immagini e dei colori, non si possono tacere i nodi fra le cose: occorre rendere più espliciti i termini di questa mia lettura che non pretende di esaurire le interpretazioni su Le oasi della Carbonaro, e che volutamente si muove sul confine tra parola e silenzio - che altro sono le oasi se non suono nella calma del deserto, e giardini di silenzio nella foga della quotidianità? E per approdare ad un’oasi si deve viaggiare nel deserto: in quella fluidità sabbiosa si rispecchia sulla terra, non più ferma, il navigare.
L’amore per l’Africa della pittrice sgombra però subito il campo dalle astrattezze: il pensiero dell’oasi non si dà se non assieme al deserto e al miraggio. Allora nel concetto esso sarà di sabbia o di sassi: si guardi con attenzione la coppia Dune infinite/Tramonto libico, e si vedrà facilmente come sia feconda sulla tela della Carbonaro questa opposizione di idee tra la morbidezza ocra e dorata della sabbia (che ha alle spalle, assieme a Sahara tunisino, il Corot del Mulino a vento a Montmartre), e le linee più mosse e appuntite delle rocce tinte in nero e in rosso mattone. D’altronde, commentando la vita di un’oasi, Mario Tobino scrisse: “Subito sotto la terra/ vivono i sassi;/ se qualche fiore spunta/ ha faticose radici”.......

Tommaso Cimino

 

Questa mail circolare, inviata in Ccn è filtrata in entrata e uscita con antivirus. News a solo scopo informativo riguardanti eventi culturali, non contengono pubblicità né promozione di tipo commerciale. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni La preghiamo di comunicarlo allo scrivente inviando una mail in risposta con CANCELLA in oggetto.

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl