comunicato stampa

Ci vorrebbero rapporti più intensi, gli uomini dovrebbero conoscerti meglio e sopratutto non dovrebbero credere a tutti quei pregiudizi, quelle favole_Eh si, fino dai primi contatti gli umani ti hanno visto mito, favola, divertimento, vestito, cibo, nemico, amico_troppa confusione, questo è certo.

01/nov/2006 14.10.00 antonietta campilongo Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
In allegato un opera presente alla fiera
Autore: Antonietta Campilongo
Titolo: Giochi tutti i giorni con la luce dell'universo
tecnica: pastello ad olio su carta
Anno: 2006

 

 

Genere: Arte contemporanea collettiva

Titolo:  ROSSObalena project: Il Mito e gli animali fantastici - Opere in mostra del P.A.G. (Proximal ART Group)

Periodo: dal 9 al 23 / novembre 2006

Sede:  Biblioteca APPIA di Roma

Indirizzo: via La Spezia 21

Città: Roma

 Orari : Lun 15.00/19.00 Mart Merc Ven 9.00/13.30-15.00/19.00

Giov 9.00/19.00 Sab 9.00/13.00

Ingresso: Libero

A cura: Anna Maria Baratto

Presentazione: Anna Maria Baratto- Fiammetta Bianco-Luciana Sorbilli

info: anto.camp@fastwebnet.it

   tel. 3394394399

 

 

Artisti:

GIUSEPPE Auciello - ANN Baratto - ANTONELLA Catini - ANTONIETTA Campilongo - CLAUDIO di Lascio - Giovannini & Petzj -  ADRIANA Miccolis -   SIMONETTA Pizzarotti - CLAUDIA Renzi - PAOLO Ricci- - NUNZIO Scibilia - GABRIELE Simonetti -  MICHELA Tortolano

 

Caro animale sconosciuto, ti scrivo a nome di un gruppo d’artisti chiamati Prossimali. Ipotizzando che tu sia una balena perspicace, vorrei renderti partecipe di un progetto che ti riguarda molto da vicino. Non so quanto apprezzerai quel che sto per dirti, ma se vorrai leggermi pazientemente, le nostre motivazioni ti saranno chiare. Tu sei un bravo animale e credi di aver fatto molti passi avanti nella nostra società post-human. So di tuoi amici mammiferi che vengono pettinati e profumati in saloni specializzati, molti partecipano a gare di bellezza, c'è chi si distingue in lavori socialmente utili. Gli esemplari più belli si mostrano orgogliosi nei parchi, come la Gioconda nel Louvre. Oggi puoi contare su molte amicizie umane, migliaia di uomini generosi ed onesti sono pronti a difenderti in tutte le parti del mondo e per te hanno costituito leghe ed associazioni! Si dice che l’ars venandi sia in forte ribasso e cresce costantemente il numero dei vegetariani. Le grandi industrie chimiche vantano i loro prodotti non più testati su di voi. Infine si dice che, se proprio devi fare da cavia, tutto avviene nel rispetto della legge e se muori in onore del tuo scienziato di turno, sei un benefattore dell’umanità.

Certo, se poi uccidono i tuoi cuccioli a bastonate è un’altra faccenda, ma potrai sempre consolarti pensando che quelle povere pelliccette che amavi tanto saranno cucite insieme ed esposte in qualche bella e luminosa vetrina. E perché tu, grande ed altera balena, devi colorare il mare con il tuo sangue, tanto da renderlo rosso scarlatto? Giona, Pinocchio, Capitan Achab, da tempo ti hanno perdonato l’incauto pasto.

Caro animale sconosciuto, se ci pensi un po' su, scoprirai che nell’età dei miti la tua vita era più facile! Almeno le ibridazioni erano fantasie, il tuo corpo di chimera era un brutto sogno. Oggi ti può capitare davvero di trovarti due teste sul collo, dipende dalla fantasia dell’ingegnere genetico. E poi non protestare se i due crani restano aperti per monitorare meglio la situazione!

Caro animale sconosciuto, io non credo che la buona volontà tua e di pochi umani possa migliorare in breve tempo la qualità della coabitazione. Ci vorrebbero rapporti più intensi, gli uomini dovrebbero conoscerti meglio e sopratutto non dovrebbero credere a tutti quei pregiudizi, quelle favole…Eh si, fino dai primi contatti gli umani ti hanno visto mito, favola, divertimento, vestito, cibo, nemico, amico…troppa confusione, questo è certo. I tuoi teriomorfismi ti hanno aperto le porte delle fantasie surreali e oggi, dopo tanta convivenza, noi uomini ancora ti vediamo sotto mille profili diversi, di certo tutti interessanti per la nostra ingorda curiosità. Continuamente sei oggetto di ricerche, di studi e di scoperte. Sei esibito per il nostro divertimento nei circhi e nei cartoon, nei film e dovunque regni la fantasy.  

Ma nel frattempo quante religioni ancora negheranno la tua supposta coscienza? Per quanti uomini resterai ancora metà angelo neotenico e metà daimon? Questa umanità iperumana non condividerà mai il suo mondo con te, perché in te vede il suo specchio oscuro, perché tu sei il capro espiatorio dei suoi errori.  

RAGIONANDO SU QUESTO, NOI ARTISTI, PUR ESSENDO PERFETTAMENTE CONSAPEVOLI CHE  POCO E' STATO FATTO A VOSTRO BENEFICIO, DICHIARIAMO CHE BISOGNA CERCARE ANCORA NUOVE STRADE, LUNGHE E PARALLELE, DOBBIAMO LAVORARE NON SOLTANTO SULLA PIETA'  o sulla TENEREZZA, ma sul DIRITTO e la CONOSCENZA. 

E per prima cosa dobbiamo imparare il RISPETTO dell'alterità. Troppe volte l'uomo ha reso pagliaccio l'animale.Persino i cosiddetti buoni padroni pretenderebbero una risata, un sorriso, un riscontro pratico e visibile alla loro generosità. Ma tu non sai ridere.

GRAZIE al Dio che non l'ha permesso ed ascolta il tuo dignitoso silenzio!

Caro amico animale, è il rispetto di te, di questa tua vita negata, di questa sofferenza senza lacrime l'anello più importante della catena. Aiuteremo la gente a capire, i giovani, i distratti, li aiuteremo con l' ARTE - questa vecchia maestra che non si arrende mai. Parleremo di valori, di coscienza e soprattutto di DIVERSITA' e ALTERITA' perchè credimi, la faccenda è ostica anche tra noi evoluti post-human !

                                                                                                     Anna Maria Baratto
 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl