La rivincita della Street Art. Il Comune di Padova diventa mecenate e commissiona «opere sociali»

21/apr/2014 18:37:40 IP Report Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Padova – Fino a pochi anni fa era considerata un'attività illegale, svolta clandestinamente, spesso di notte, a rischio di multe e di arresti. Ancora si parla e si discute sulla città imbrattata da scritte e murales. Ma ora qualcosa è cambiato. Artisti internazionali come C215, JR o Banksy, o il bolognese Blu (inserito tra i migliori 10 artisti di strada dal Guardian) e a Padova lo stesso Kenny Random, hanno contribuito a cambiare nell'opinione pubblica il concetto negativo che si aveva sulla Street Art. Perché di questo ormai si tratta. Di una vera e propria arte che è entrata prepotentemente nel mercato artistico mondiale, con tanto di quotazioni e di compravendita delle opere. Per questa ragione il Comune di Padova ha commissionato a sei writers e street-artists padovani la realizzazione di murales per decorare alcune palazzine dell'Ater.

 

Continua

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl