IL VOLTO E L'ANIMA

21/nov/2006 14.49.00 Galleria Roma Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
 

CON CORTESE PREGHIERA DI PUBBLICAZIONE E DIFFUSIONE

galleria Roma 
Arte    contemporanea
via Maestranza 110      Siracusa
www.galleriaroma.it

 

 

COMUNICATO STAMPA 

 

    

 

Oggetto: Personale di Pittura
Titolo:  IL VOLTO E L'ANIMA
Autore:
 Elisabetta Sanfilippo
A Cura di:
Tommaso Cimino
Luogo: via Maestranza 110    96100 Siracusa
Data:  25 novembre 5 dicembre 2006
Inaugurazione:
 
 25 novembre  2006  ore 18,30
Organizzazione e
Direzione Artistica: Corrado Brancato

Ingresso Libero

Info
: 0931/746931
cell.338/3646560

corradobrancato@hotmail.com
 

 

 

 

evento
" IL VOLTO E L'ANIMA"
personale di
Elisabetta Sanfilippo

 

 

 

Sabato 25 Novembre alle ore 18,30 Tommaso Cimino presenta la mostra personale di Elisabetta Sanfilippo

"IL VOLTO E L'ANIMA"

 

Paesaggio con mezzaluna e figure

 

Rudolf Wittkover, fra i più acuti storici dell’arte del Novecento, in un suo studio famoso riconduceva i temperamenti degli artisti ad una nota comune, definendoli (giusta il titolo del saggio) Nati sotto Saturno. Ora, osservando le opere di Elisabetta Sanfilippo, la costellazione più appariscente e capace di dare il segno di un pensiero è formata da un solo oggetto celeste, la Luna: ed è da qui che può facilmente dipanarsi un oroscopo che spesso supera, sulla tela, l’impossibilità di vedere contemporaneamente le due facce del satellite. Stanno insieme difatti, apparentemente slegati, paesaggi e figure che trovano nel motivo lunare il loro legame solido e profondo: non sono soltanto lune a campeggiare nel quadro, ma anche elementi architettonici o i petali dei fiori che prendono a curvarsi fino ad assumere l’identica composizione, e perfino le chiome delle donne. Si guardino allora le corolle di Fantasia confrontandole da un lato con le astratte parabole azzurrine rivolte al cielo di Nudo tra i fiori, dall’altro con quella sorta di cupole rovesciate che sono appunto le mezzelune poste in cima ai minareti di Iraq, Marzo 2003: se togliessimo le figure avremmo paesaggi segnati dalle arditezze della Metafisica e dell’Astrazione; togliendo i paesaggi vedremmo donne, madri, personaggi chiaramente femminili e perfettamente autonomi anche in campo neutro. E non è un caso che non appaiano uomini in questi orizzonti dominati dall’astro femminile per eccellenza: come l’orbita della Luna attorno al Sole non si chiude mai (ed è per tale ragione che noi riusciamo a vedere sempre solo la stessa porzione del pianeta, dalla Terra), così un’inquietudine, neppur troppo celata, tiene insieme tutte le donne dei quadri della Sanfilippo. Sono madre e figlia, o Saffo e Góngila le donne senza volto che si vedono nell’omonima tela intitolata Inquietudine? E cosa dire dei pensieri di una donna Lontana dalla riva? Il mistero evocato e portato sulla tela con la Luna si infittisce allora di citazioni pittoriche e poetiche: da un celeberrimo Michelangelo della Sistina in Amore razionale, ai «mondi» del Magritte di La voce dei venti che si ritrovano in Venusia, alla Donna in poltrona di Albert Heinrich che rimanda a L’attesa, la nostra artista tesse una rete di echi che si moltiplicano come le due lune appunto de L’attesa e le tre di Venusia. O come il gatto che appare ne Il silenzio della sera (e vado a chiudere): se da un lato la citazione «inquieta» dell’animale viene dal poeta T.S. Eliot (“La nebbia gialla che si gratta la schiena alle finestre…”), quest’altro essere femminile e lunare non può far nascere che un arguto sorriso, ricordandoci la maestria della Sanfilippo che proprio sulla Luna si interroga e pare rispondere a Leonardo, che diceva nei «Pensieri», “La luna, grave e densa, come può star, in cielo?”.

 

Tommaso Cimino

 

Questa mail circolare, inviata in Ccn è filtrata in entrata e uscita con antivirus. News a solo scopo informativo riguardanti eventi culturali, non contengono pubblicità né promozione di tipo commerciale. Qualora non intendesse ricevere ulteriori comunicazioni La preghiamo di comunicarlo allo scrivente inviando una mail in risposta con CANCELLA in oggetto.

 

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl