VISIONI AEREE - personale di Cate Maggia

21/giu/2014 08:52:03 Francoise Calcagno Art Studio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

VISIONI AEREE

mostra personale di Cate Maggia

 

Françoise Calcagno Art Studio Venezia

vernissage sabato 28 giugno ore 11.00

dal 28 giugno al 18 luglio 2014

 

da martedì a sabato

11.00/14.00 – 15.30/19.30

altri orari su appuntamento

Campo del Ghetto Novo 2918 Venezia

Info (+39)0415246039

www.calcagnoartstudio.com

calcagnoartstudio@gmail.com

 

COMUNICATO STAMPA

 

Il  Françoise  Calcagno  Art  Studio  di  Venezia  è  lieto  di  presentare  la  nuova  mostra  personale

dell’artista  piemontese  Cate  Maggia,  intitolata  “VISIONI  AEREE”.   Il  riutilizzo  di  materiali  già

portatori di una vita propria, le colle, le resine, le stoffe, i pizzi, tutto nell’evoluzione dell’opera di

Cate  Maggia,  inizia  con  il  collage.  Il  collage,  tecnica  per  eccellenza  utilizzata  dall'artista  di

Borgosesia (VC), è declinato in queste opere in diverse forme, attraverso l'utilizzo dei tessuti.

Ecco cosa scrive l'artista sul suo lavoro, in particolare sugli ultimi sviluppi della sua ricerca:  “Il

tessuto, declinato in tutti i materiali naturali come la lana o il cotone, ha sempre evocato in me il

senso  del  ricordo  e  la  nostalgia  per  i  momenti  significativi  della  mia  vita.  Un  particolare

attaccamento mi impedisce di gettare indumenti e accessori che hanno scandito la storia delle mie

emozioni  più  profonde.  E’  solo  così  che  supero  il  momento  del  distacco:  attraverso  lo

smembramento e la ricomposizione di abiti e maglioni dismessi. Sottili strisce colorate che dalla

mia storia passano a raccontare la storia della terra e del paesaggio che ci circonda. Un simbolico

ritorno alla mia terra d'origine dove telai, fili e tessuti erano di casa. Sulle mie tele prendono forma

i grandi campi arati, le grandi distese coltivate, in una visione dall’alto: il legame ancestrale con la

terra, a cui tutto ritorna, è la storia di ognuno di noi. Le mie opere sono un invito a trasformare

ogni nostalgia, ogni nostro passato emozionale in nuove creazioni che possono essere, a loro volta,

fonte  di  riflessioni.  Un  invito  a  mantenere  salda  la  catena  tra  l’immaginario  del  singolo  e  la

concretezza della realtà collettiva in un rapporto di reciproca stimolazione.” 

 

Con preghiera di pubblicazione e diffusione

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl