II° mostra del nuovo GRUPPO BOILER

23/set/2014 12:10:47 Francoise Calcagno Art Studio Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

opening sabato 27 settembre 2014 ore 18.00

fino al 28 novembre 2014

Françoise Calcagno Art Studio Venezia

da martedì a sabato 10.00 – 14.00

altri orari su appuntamento

Campo del Ghetto Novo 2918 Venezia

COMUNICATO STAMPA

Il rinnovato GRUPPO BOILER è lieto di presentarvi la sua seconda esposizione collettiva presso il Françoise Calcagno Art Studio.

Si tratta di un esperimento di condivisione permanente di uno spazio espositivo, da parte di 16 artisti che realizzano in questo modo un autentico showroom d'arte contemporanea. Le opere esposte sono di piccolo o medio formato e offrono un ricco e interessante spaccato della produzione artistica attuale. Tutti gli artisti coinvolti, di varie nazionalità, hanno un qualche legame con Venezia, ed è forse questo il filo che li unisce.

In questa occasione verranno esposte nuove opere degli artisti del gruppo Boiler.

Elvezia Allari crea allestimenti, monili e opere di textile design artificiali. I suoi materiali d’elezione sono il silicone, i polimeri a caldo, il filo di ferro cotto, la carta, impiegati in modo inconsueto.

Silvia Battisti realizza opere di dimensione ridotta dove l'intensità del colore, la scrittura dei segni, le linee metalliche compongono equilibri spaziali e formali a volte drammatici.

Françoise Calcagno gioca con immagini di Venezia e non solo, che inserisce nelle tele; la fotografia si unisce alla pittura astratta, ridando vita a ricordi ed atmosfere senza una vera collocazione temporale.

Cristina Cortese presenta qui gli studi di corpi colorati su carta; colori e carte da sempre occupano molto spazio nella ricerca dell'artista.

I quadri di Mario Esposito colpiscono per la varianza e la brillantezza delle forme e dei colori, creando un microcosmo in cui si esprime la sensibilità dell’artista, che trova nell’originale piccolo formato il proprio mezzo di comunicazione.

Gli ultimi lavori di Hélène Galante hanno come tema centrale la vita con i suoi cicli, l’artista vuole rappresentare la natura vegetale attraverso le sue opere, gioca con lo sguardo, per far nascere un dubbio e suscitare una domanda nello spettatore. Le creazioni di Catia Ghinelli fanno parte di una raccolta unica, nella quale emerge il perfetto equilibrio tra natura, estro e fantasia. In ogni singola opera si esprime un sentimento, che ha come valore unico L'Amore.

Daniela Levera ha approfondito gli studi a Faenza e dal 2014 lavora l’argilla nel suo laboratorio personale di Venezia, svelando segreti e possibilità di questo meraviglioso materiale.

Cate Maggia è giunta all’elaborazione di una tecnica personale basata sull’impiego di collage, in cui utilizza indumenti e accessori che hanno scandito la sua storia.

Per Alix Manchet la matrice è la pagina bianca, dove il segno s’impone solcando il metallo, il legno, graffiando il plexiglass, strappando il cartone per lasciare che la luce si faccia strada tra i vuoti e i pieni delle sovrapposizioni, creando movimento e dinamismo.

Le B’estes di Concetta Nasone, create in collaborazione con Eugenia Pinna, sono oggetti scultura che rappresentano tre animali tipici della fauna sarda. Interamente realizzati a mano intrecciando la lana su una sagoma di legno pressato.

Gabriele Perissinotto nasce a San Donà di Piave dove vive e lavora. Qui presenta immagini fotografiche elaborate, realizzate su una base di alluminio.

“Casualità” è la parola chiave che l’artista Agustina Ponce usa per descrivere le sue opere, che nascono e maturano attraverso l’utilizzo di materiali di recupero e del colore. Il suo lavoro è un andare e tornare senza direzione, è ragione e irrazionalità, è tranquillità e sconcerto con un pizzico di azzardo.

Luigi Rifani nasce a Leros (Grecia) nel 1940. Autodidatta espone per la prima volta nel 1973 alla Bevilacqua la Masa. Dopodiché espone in numerose mostre: personali, di gruppo e collettive, in Italia e all’estero. La stampa, la radio, la televisione e vari critici si sono interessati la suo lavoro di ricerca artistica e le sue opere figurano in varie collezioni pubbliche e private.

Nelle sue opere, Katia Scotti ci invita a esplorare un mondo reso con una precisione e una cura per i dettagli che lo fanno sembrare reale, ma che allo stesso tempo dà forma a suggestioni, significati ed emozioni sempre nuovi.

Paola Volpato, artista multimediale, lavora ad affreschi, installazioni, video e libri d'arte. Qui presenta dei piccoli lavori ad acquerello della serie 1-2-3 stella? e Per Pessoa.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl