Mostra ALBERI III a Omegna

07/ott/2014 17.27.23 Nadia Presotto Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
A OMEGNA LA MOSTRA “ALBERI III”

 

Omegna (VB) – S’ inaugura sabato 18 ottobre, alle ore 17.30 la mostra “Alberi III” allestita presso Aglaia Arts & Crafts di Omegna, via Manfredi 11, con le opere di Rita Baruffali, Giugi Bassani, Giovanni Crippa, Renato Luparia, Gregorio Piazza, Nadia Presotto, Ubaldo Rodari e, su gentile concessione degli eredi, di Carlo Casanova e Mauro Maulini.

Il tema dell’ albero, ci comunicano gli organizzatori, e, più in generale, del rapporto uomo-natura è stato ed è tuttora trattato da molti artisti in diversi ambiti. Il concetto di natura che costituisce il fil rouge di questa mostra si  riallaccia a quello che si sviluppò in epoca romantica, secondo il quale solo la natura è fonte di ispirazione, sia nell’ aspetto pittoresco che in quello legato al sublime.

Belli e pittoreschi i boschi delle colline del lago d’ Orta, del lago Maggiore, delle colline piemontesi del Monferrato, luoghi d’ origine degli artisti presenti, sublimi, in senso romantico e dunque emozionanti, grandiosi, forti, alcuni degli effetti che gli artisti stessi ricercano nello loro opere, chi attraverso l’ uso di materiale, chi attraverso la dimensione della tela o l’ uso di una pennellata drammatica.

Vogliamo ora cominciare la presentazione della mostra proprio con colui il quale venne definito “l’ ultimo dei romantici”, Carlo Casanova, pittore, incisore, fotografo, scomparso nel 1950, così chiamato per l’ approccio intenso alla natura, per l’ amore per le atmosfere malinconiche e per gli alberi, in particolare per le betulle, che amava a tal punto da soffrire quando venivano tagliate. Ci piace a questo proposito ricordare che Quarta, paese che elesse a sua dimora, gli ha dedicato un bosco di betulle, dove su una roccia si legge”Alla memoria di Carlo Casanova pittore e incisore che degli alberi amò e ritrasse l’ incomparabile bellezza”. Altro pittore del paesaggio era Mauro Maulini, che dal suo studio sulle alture di Crabbia, circondato da un profumato, vecchio giardino, reinventava, con una peculiare tecnica astratta, i boschi del Cusio, i fiori spontanei, i giardini delle ville affacciate al lago.

La mostra ospita opere eseguite con tecniche diverse: stampe fotografiche minimaliste di Renato Luparia, xilografie di Nadia Presotto, incisioni di Ubaldo Rodari, tecnica mista su tela per Baruffali e Piazza, sculture in acciaio e plastica riciclata di Giugi Bassani e sculture in gres di Giovanni Crippa, promotore della collettiva, visitabile fino all’ 8 novembre da giovedì a sabato dalle 16.30 alle 19.30 – e su appuntamento telefonico 349.3568546.

Successivamente la mostra Alberi III si sposta alle Cantine Conti di Maggiora fino al 31 dicembre 2014, con inaugurazione domenica 16 novembre alle ore 17.30. Orari di visita da lunedì a sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, la domenica su appuntamento allo 0322.87187. Elena, Anna e Paola Conti, produttrici del vino Boca Doc, organizzano presso le suggestive cantine degustazioni abbinate a eventi culturali che spaziano dall’ allestimento di mostre d’ arte contemporanea, laboratori artistici, presentazioni di libri, reading di poesia, spettacoli teatrali, oltre alle tradizionali degustazioni (www.castelloconti.it).

In questa sede si uniranno le opere di altri noti artisti: Pina Inferrera, Oreste Sabadin, Carla Veronese e Arianna Fugazza.

Per maggiori informazioni tel. 0323.62836 – 3493568546. mail: laboratoriogranerolo@lagodorta.net

 Segnalato da Nadia Presotto

 

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl