“Spoleto incontra Venezia”: intervista con Adriano Dalla Valentina, maestro d’arte del vetro di Murano

20/ott/2014 14.43.02 UffStampaMilano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Non poteva mancare alla grande mostra di “Spoleto incontra Venezia” curata da Vittorio Sgarbi con la direzione del manager produttore Salvo Nugnes, un tributo in omaggio speciale all'antichissima tradizione della lavorazione artigianale del vetro di Murano, rappresentata nell'occasione dal rinomato maestro Adriano Dalla Valentina, che ha esposto suggestive creazioni di originale manifattura. L'evento si svolge dal 28 Settembre al 24 Ottobre 2014 a Venezia all'interno di due possenti strutture nobiliari, il Palazzo Falier e il Palazzo Rota-Ivancich, con opere di personalità illustri del calibro di Dario Fo, Renato Guttuso, Eugenio Carmi, José Dalì. 

Adriano Dalla Valentina ha strutturato la propria azienda a gestione famigliare, supportato anche dal talentuoso figlio Stefano, attraverso la comunione quotidiana tra progettualità ed esecuzione. La dimensione simbolica della bottega artistica, fatta di scambio e interazione, funge da cornice ideale a una produzione arcaica, lenta e graduale in cui è fondamentale l’apporto manuale dell’artista, che traduce con sapienza l’immagine nella sua forma totemica. Adriano in tal modo veste simbolicamente i panni del perfetto mastro alchimista, capace di trasformare la materia e domare nella sua fornace la forza generatrice del fuoco, dando vita a opere fluide, dinamiche, flessuose, lisce, trasparenti, dalla magistrale impeccabilità nell’insieme compositivo.

Su di lui è stato scritto “Adriano si rende portavoce convinto di un significativo messaggio: l’opera che nasce dalle mani dell’uomo non è perfetta come quella uscita dalla macchina, ma trae il suo fascino identificativo e connotativo proprio da quella imperfezione ad essa insita e connaturata, dal calore, dall’amore e dalla dedizione con la quale è stata generata. Per lui questa è la differenza sostanziale e netta tra creazione e produzione industriale e seriale”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl