CATERINA MORELLI

CATERINA MORELLI Soqquadro presenta CATERINA MORELLI mostra personale DATE: dal 29 marzo al 4 aprile 2007 INAUGURAZIONE: 29 marzo ore 19.00 ORARI DI APERURA: dal martedì al sabato 19.00/02.00 LUOGO: Gloss, Monte della farina 43-44 (L.go Argentina) Roma ORGANIZZAZIONE:SOQQUADRO CURATRICE:MARINA ZATTA INFO: tel. 06.68135345, 06.4504846 cell.333.7330045 @mail:glossroma@hotmail.com - soqquadro@interfree.it Vi è un mondo che parla al cuore delle cose, le piccole cose del quotidiano, oggetti che servono per compiere " le azioni minime" della giornata.

06/mar/2007 15.10.00 giada lomi Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Soqquadro

presenta

CATERINA MORELLI
mostra personale

DATE: dal 29 marzo al 4 aprile 2007
INAUGURAZIONE: 29 marzo ore 19.00
ORARI DI APERURA: dal martedì al sabato 19.00/02.00

LUOGO: Gloss, Monte della farina 43-44 (L.go Argentina) Roma

ORGANIZZAZIONE:SOQQUADRO
CURATRICE:MARINA ZATTA
INFO: tel. 06.68135345, 06.4504846 cell.333.7330045
@mail:glossroma@hotmail.com - soqquadro@interfree.it



Vi è un mondo che parla al cuore delle cose, le piccole cose del quotidiano, oggetti che servono per compiere “ le azioni minime” della giornata. Un bricco di caffé, un aspirapolvere, un letto, un mobile in un interno, è questo il mondo interiore di Caterina Morelli. La sua pittura colpisce per l’essenzialità scarna scevra da ogni orpello linguistico. Con ago, filo e colore penetra l’anima delle cose raggiungendone l’intima essenza. Caterina ricama la superficie semplicemente per impreziosire e personalizzare, conferendo dignità e prestigio alle umili cose. La parola ricamo deriva dal lemma arabo raqm (racam) che significa “segno, disegno”, e l’artista con l’ago incide segni sulle superfici,disegnando la sua storia. Vero è che per questa artista la pratica del lavoro ad ago non è un semplice esercizio di stile. Il filo, in questo caso non solo ideale, che lega le opere di Caterina pare essere infatti proprio la volontà!
di catalizzare l'attenzione su ciò che viene generalmente considerato "ai margini". In questo contesto l'uso di una tecnica "artisticamente marginale" come il ricamo, se valutato in un'ottica domestica, artigianale, popolare e decorativa (con tutta l'accezione negativa che modernismo e funzionalismo possano aver dato al termine) diviene scelta linguistica densa di significato. Il filo che attraversa la materia, che sta sopra e sotto, visibile e invisibile, diviene per l’artista l'occasione per lavorare con materiali incompatibili e compiere quasi una magia.

Rosa Spinillo



----------------------------------------------------------------------------
Vuoi rendere inaccessibili agli altri i tuoi documenti riservati?
Prova Ksek! Il potente software di cifratura di Interfree.

Scopri le sue funzionalita': http://ksek.interfree.it/

Lo Staff di Interfree
----------------------------------------------------------------------------

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl