Romano Botti: "Dalle Terre, con le Ali..." alle Città nuove

04/gen/2016 16.10.41 Alessandra Degano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sarà infatti una selezione di oltre venti opere dedicate al tema del futuro urbano la protagonista dell'inaugurazione della terza personale di "Artisti Contemporanei a Palazzo" che si terrà sabato 9 gennaio nel salone della CARI FVG di Udine. È, quello della Città nuova, un tema che da oltre quarant'anni questo architetto-artista, udinese e cosmopolita, continua ad esplorare con la sua inesauribile carica creativa e che non vuole essere un mero esercizio progettuale ma un fiducioso perseguimento di un traguardo: un luogo in cui "l'intelligenza degli uomini sia riconoscibile" e che, nonostante attimi di cedimento che sembrano virare verso un cupo pessimismo - riconoscibile dai tratti onirici che ne rendono quasi impossibile la trasposizione costruttiva – continua a trarre alimento dalla fiducia che Romano Botti nutre per il potere salvifico della Bellezza. Alcuni brani tratti dall'opera "Architectures. Three-dimensional poems" della poetessa Brina Maurer sottolineano la profonda affinità dei due artisti nei confronti delle potenzialità di un'architettura che sia, nuovamente, centrata sul rispetto per ogni forma di vita.


Inaugurazione: sabato 9 gennaio 2016, ore 11.30

Sede espositiva: salone della Cassa di Risparmio del Friuli Venezia Giulia, via del Monte 1, Udine

Periodo: dal 9 al 23 gennaio 2016

Orari di apertura: lunedì – venerdì dalle 8.05 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 20.00; sabato dalle 9.00 alle 13.00

Ingresso libero

 

la curatrice, Alessandra Degano

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl